Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

FSAP180607
Programmazione, progettazione, direzione dell’esecuzione e direzione dei lavori dopo l’approvazione dei provvedimenti attuativi del Codice

Decreto n. 154/2017 sui beni culturali, Decreto n. 14/2018 sulla programmazione, Decreto n. 49/2018 su DEC/DL e Decreti su progettazione e collaudo

  • Bari
  • 7-8 giugno 2018
  • 1^ giornata ore 9.00 - 13.00 e 14.00 - 16.30 2^ giornata ore 9.00 - 14.00
Docente
  • Accursio Pippo Oliveri
Info sui docenti

Evento già svolto

O
Sede: Bari Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via G. Capruzzi, 326 - Tel. 080/5427400
Sito internet

Il corso fornisce concreti strumenti operativi per la gestione operativa del ciclo fasico per la programmazione, progettazione, verifica ed esecuzione degli appalti pubblici di forniture, servizi e lavori.
Dopo l’esame coordinato dei provvedimenti attuativi del Codice (il D.M. n. 154/2017 sui beni culturali, il D.M. n. 14/2018 sulla programmazione, il D.M. n. 49/2018 su DEC/DL e gli ulteriori Decreti su progettazione e collaudo) si procederà con l’analisi del ruolo dei soggetti (e rispettive competenze) che intervengono nelle diverse fasi del ciclo dell’appalto o della concessione.
Particolare attenzione sarà riservata alle relazioni che intercorrono tra le varie figure (progettista, verificatore, coordinatore per la sicurezza, direttore dell’esecuzione, direttore dei lavori, RUP, dirigente, seggio di gara, commissione giudicatrice), anche attraverso la discussione di casi pratici.

Evento accreditato dal Consiglio Nazionale Forense: 6 CFP

• Dirigenti e funzionari di stazioni appaltanti.
• Fornitori e prestatori di servizi della P.A.
• Liberi professionisti interessati alla materia.

La disciplina in materia di appalti pubblici: quadro riepilogativo 
•  La disciplina "generale" del Codice dei contratti e gli strumenti attuativi (Linee guida dell’ANAC e Decreti Ministeriali).
•  Le residue norme ultrattive del DPR n. 207/2010.
•  Il triplice regime normativo transitorio per i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture.

Il Responsabile del procedimento dopo l’aggiornamento delle Linee guida n. 3 dell’ANAC
•  Ruolo, funzioni e compiti del RUP: innovazioni e criticità.
•  Il rapporto con gli altri soggetti del ciclo dei contratti pubblici: il progettista, il verificatore, il direttore dell’esecuzione, l’ufficio di direzione dei lavori e il direttore dei lavori; il coordinatore per l’esecuzione dei lavori; le imprese esecutrici e i lavoratori autonomi.

Il direttore dei lavori ed il direttore dell’esecuzione (D.M. n. 49/2018)
•  L’art.11 del Codice e le Linee guida concernenti le modalità di svolgimento delle funzioni del direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione.
•  Il parere del Consiglio di Stato n.360 del 12 febbraio 2018.
•  Modalità e tipologia degli atti attraverso i quali il direttore dei lavori e il direttore dell’esecuzione effettuano la propria attività.
•  Gestione e direzione dei subcontratti, dei subappalti e dei contratti di avvalimento.
•  Le modifiche contrattuali e le varianti in corso d’opera.
•  I collegamenti tra vecchia e nuova disciplina: analogie e differenze.
•  Ruoli, funzioni e compiti del direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione.
•  Il direttore dei lavori ed il ruolo nella sicurezza nei cantieri (con e senza coordinatore per l’esecuzione dei lavori).
•  La giurisprudenza in materia di responsabilità civile, penale ed amministrativa del direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione.

Il coordinatore per la sicurezza e la ricostruzione del quadro normativo in materia di cantieri temporanei e mobili nei contratti pubblici di lavori
•  Ruolo, funzioni e compiti.
•  Il ruolo nella sicurezza.
•  I rapporti con il direttore dei lavori, con il RUP e le imprese esecutrici (affidatarie, subcontraenti, ausiliarie, ecc.).

La programmazione e la progettazione
•  Il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 14/2018 su “Procedure e schemi-tipo per la redazione e la pubblicazione del programma triennale dei lavori pubblici, del programma biennale per l'acquisizione di forniture e servizi e dei relativi elenchi annuali e aggiornamenti annuali”.
•  I contenuti dei programmi; livello di progettazione minimo; ordine di priorità del programma e dei relativi elenchi annuali e aggiornamenti.
•  I nuovi schemi-tipo per la programmazione triennale dei lavori pubblici: dal quadro delle risorse necessarie all’elenco delle opere pubbliche incompiute; dall’elenco degli immobili disponibili all’elenco dei lavori del programma con indicazione degli elementi essenziali per la loro individuazione; dall'elenco annuale, con indicazione degli elementi essenziali per l’individuazione dei lavori del primo anno, all’elenco dei lavori presenti nel precedente elenco annuale.
•  I criteri di inclusione delle opere pubbliche incompiute nei programmi triennali di lavori pubblici e nei relativi elenchi annuali.
•  Le modalità di redazione, approvazione, aggiornamento e modifica del programma triennale dei lavori pubblici e del relativo elenco annuale. Obblighi informativi e di pubblicità.
•  Contenuti e ordine di priorità del programma biennale degli acquisti di forniture e servizi.
•  Modalità di redazione, approvazione, aggiornamento e modifica del programma biennale degli acquisti di forniture e servizi. Obblighi informativi e di pubblicità.
•  Modalità di raccordo con la pianificazione dell'attività dei soggetti aggregatori e delle centrali di committenza ai quali le stazioni appaltanti delegano la procedura di affidamento.
•  La nuova articolazione del progetto.
•  La progettazione e le gare sotto e sopra soglia per l’affidamento della progettazione esterna: il generale divieto del criterio del prezzo più basso per importi pari o superiori ai 40.000 euro.

Il Regolamento concernente gli appalti pubblici di lavori riguardanti i beni culturali tutelati ai sensi del D.Lgs. n. 42/2004
•  La nuova disciplina dei lavori riguardanti i beni culturali; i requisiti di qualificazione dei direttori tecnici e degli esecutori.
•  Le attività di progettazione: livelli e contenuti.
•  La direzione lavori.
•  Le tipologie di intervento per i quali è consentita l'esecuzione di  lavori di somma urgenza.
•  Le novità sulla dichiarazione di buon esito rilasciata dall'Autorità preposta alla tutela dei beni su cui i lavori sono stati realizzati.
•  Il divieto di utilizzazione dei lavori affidati in subappalto nei CEL.
•  La scheda tecnica degli interventi.
•  Le peculiarità della verifica dei progetti sui beni culturali oltre l’articolo 26 del Codice dei contratti pubblici.

 

 

•  L’esecuzione ed il collaudo dei lavori riguardanti i beni culturali.

•  Il consuntivo scientifico e vigilanza sull'esecuzione dei lavori.

 

La nuova esternalizzazione dei servizi inerenti l’architettura e l’ingegneria

•  I soggetti esterni ai quali possono essere affidati i servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria: liberi professionisti singoli o associati, società di professionisti, società di ingegneria, consorzi stabili di società di professionisti e società di ingegneria.

•  I requisiti di partecipazione.

•  I raggruppamenti temporanei di prestatori di servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria.

•  L’avvalimento nelle gare per l’affidamento di servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria.

•  Le incompatibilità per i soggetti esterni.

•  Le tipologie contrattuali per l’affidamento esterno dei servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria.

•  L’appalto di servizi di progettazione, direzione, coordinamento della sicurezza e collaudo dei lavori: contenuto dell’incarico, limiti al subappalto, requisiti di partecipazione.

•  Le procedure di affidamento per i servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria sotto la soglia dei 100.000 euro.

•  La disciplina sui concorsi di progettazione ed i concorsi di idee: soglie e procedure; soggetti ammessi e requisiti di partecipazione.

•  Il contenuto del bando nel concorso di idee e nel concorso di progettazione.

•  I criteri selettivi dell’offerta e la commissione di gara.

•  Le garanzie nei servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria.

•  La nuova verifica interna ed esterna della progettazione dopo la soppressione delle norme di attuazione del DPR n. 207/2010: requisiti, modalità e affidamento del servizio.

•  Garanzie e verifica della progettazione di lavori.

•  L’appalto per l’affidamento dei servizi di verifica dei progetti.

 

I sistemi di realizzazione degli appalti pubblici: profili essenziali

•  L'appalto; le concessioni e le forme di partenariato pubblico-privato; l’appalto integrato e i contratti misti.

 

I requisiti di idoneità per l'esecuzione dei contratti pubblici

•  I requisiti di ordine generale.

•  La qualificazione nei lavori: categorie e classifiche; scorporabilità; avvalimento; regime transitorio.

•  I requisiti minimi di qualificazione dei raggruppamenti temporanei e dei consorzi ordinari orizzontali: Le novità nella fase di esecuzione ed effetti sulla corretta gestione della direzione dei lavori.

•  I requisiti dei consorzi (cooperativi, artigiani, stabili).

•  I soggetti abilitati ad assumere appalti pubblici.

•  Le imprese esecutrici ed i lavoratori autonomi.

 

La responsabilità dell’appaltatore: profili pubblicistici e civilistici

•  La responsabilità del subappaltatore.

•  Il responsabile di cantiere delle imprese.

•  I lavoratori autonomi.

 

Le procedure di scelta del contraente: profili essenziali

•  La procedura aperta; la procedura ristretta; la procedura competitiva con negoziazione; il partenariato per l’innovazione; la procedura negoziata senza bando; le procedure sotto-soglia.

 

I criteri di aggiudicazione: profili essenziali

•  Di regola l’offerta economicamente più vantaggiosa; i casi ammessi per il criterio del minor prezzo; la predisposizione dei bandi di gara e delle lettere d’invito; la redazione degli atti di gara.

 

La fase di esecuzione: le principali novità

•  La consegna: esame delle relative problematiche (consegna parziale, riserve sulla consegna, riserve in materia di sicurezza, ecc.).

•  La sospensione legittima.

•  La sospensione illegittima e le riserve.

•  La ripresa dell’esecuzione e le riserve.

•  Il termine finale ed intermedio dell’esecuzione.

•  Il cronoprogramma.

•  Le penali per ritardo.

•  Le ipotesi di disapplicazione delle penali.

•  Il premio di accelerazione.

•  I rimedi nel caso di ritardo: le diverse ipotesi di risoluzione.

•  Il recesso.

•  Le contestazioni tra committente e appaltatore.

 

Il collaudo

•  Il collaudo: dal DPR n. 207/2010 al nuovo D.M. collaudo.

•  La natura del collaudo: esame della giurisprudenza e dottrina in materia.

•  Il certificato di regolare esecuzione: casi in cui è facoltativo o necessario.

•  Il collaudo finale.

•  Gli adempimenti della stazione appaltante.

•  Gli adempimenti dell’appaltatore.

•  Il collaudo in corso d’opera.

•  I casi in cui è obbligatoria la nomina del collaudatore in corso d’opera.

•  Il collaudo facoltativo ed obbligatorio in corso d’opera.

•  I rapporti con il collaudo finale.

•  Le modalità di nomina dei collaudatori.

•  I requisiti.

•  Le modalità di scelta e la commissione di collaudo.

Accursio Pippo Oliveri
Ingegnere. Esperto ed autore di pubblicazioni in materia di contrattualistica pubblica.
800,00 €
+IVA se dovuta*
*Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
Iscrizioni entro il
23/05/2018
Iscrizioni dopo il
23/05/2018
OFFERTA 3X2
Piccoli Comuni (fino a 8.000 abitanti) € 400,00 € 400,00
Clienti abbonati a www.appaltiecontratti.it € 700,00 € 720,00
Clienti abbonati a sistema pa - area appalti contratti e servizi pubblici € 700,00 € 720,00
Clienti abbonati a Rivista "Appalti & Contratti" € 700,00 € 720,00
Clienti abbonati a Rivista "Trimestrale degli Appalti" € 700,00 € 720,00
Altri Clienti € 700,00 € 800,00

LA QUOTA COMPRENDE:
accesso alla sala lavori, materiale didattico, accesso gratuito per 30 giorni al servizio internet “www.appaltiecontratti.it e colazione di lavoro per la prima giornata.
I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.