Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

Servizi Sociali e Sanità
FGSA190926
L’accesso ai documenti amministrativi nei Servizi sociali e in ambito sanitario
Accesso ordinario e accesso civico: procedimento, giurisprudenza e casistica operativa
  • Bologna
  • 26 settembre 2019
  • 9.00 - 14.00
Docente
  • Massimiliano Gioncada
Info sui docenti

Evento già svolto

O
Sede: Bologna ZANHOTEL EUROPA - Via Cesare Boldrini, 11 40121 Bologna
Sito internet

Da sempre l’istanza di accesso ai documenti amministrativi rappresenta una questione particolarmente delicata per le Amministrazioni Pubbliche.

La complessità “ordinaria” si amplifica quando i documenti oggetto dell’istanza si riferiscono all’attività dei servizi sociali e sanitari.

Il corso, di taglio operativo, esamina le problematiche più spinose e ricorrenti, per poi proporre le possibili soluzioni alla casistica di maggiore interesse.

Sono stati riconosciuti dal CNOAS n. 5 crediti formativi per assistenti sociali (di cui 2 crediti deontologici)

• Dirigenti, e loro collaboratori, di Enti Locali, Aziende speciali di servizi alla persona e Aziende sanitarie.

• Assistenti sociali.

• Gestori di servizi (cooperative, Fondazioni e Onlus).

• Liberi professionisti interessati alla materia.

Il diritto di accesso ai documenti amministrativi: definizioni e principi

 

La normativa di riferimento

 

L’accesso civico e i nuovi principi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni

• Le limitazioni all’accesso civico.

 

Il rapporto tra la disciplina contenuta nei Codici deontologici e quella contenuta nella normativa

 

Caratteri del procedimento amministrativo

• La legittimazione attiva all’accesso:

-       l’istanza di accesso presentata da un legale;

-       l’istanza di accesso presentata da un’Amministrazione nei confronti di un’altra Amministrazione;

-       l’istanza di accesso ai documenti amministrativi inviata ad indirizzo PEC della P.A.

• Accesso e modulistica dedicata.

• L’interesse diretto, concreto e attuale all’accesso.

• L’accesso alla documentazione sociale o sanitaria inerente alla propria persona.

• L’istanza di accesso del soggetto segnalato/denunciato all’Autorità Giudiziaria.

• L’istanza di accesso nell’ambito di un procedimento disciplinare.

• Nozione e ruolo dei controinteressati:

-       il coinvolgimento dei controinteressati (ed effetti del loro mancato coinvolgimento);

-       l’opposizione motivata dei controinteressati alla richiesta di accesso e la conseguente attività dell’Amministrazione.

• L’oggetto del diritto di accesso:

-       il documento amministrativo accessibile;

-       la nozione di documento amministrativo informatico.

• I termini del procedimento.

• Gli esiti del procedimento.

• La disciplina sul costo delle copie degli atti oggetto dell’istanza di accesso e il pagamento dell’imposta di bollo.

 

Accessi particolari e casistica

• L’istanza di accesso ad una e-mail.

• L’istanza di accesso avente ad oggetto una quantità enorme (o difficilmente reperibile) di documenti.

• Il rilascio di un documento equipollente.

• È consentito fotografare o microfilmare i documenti oggetto di ostensione?

• L’accesso agli atti preparatori e agli atti interni.

• L’accesso alle relazioni (interne o meno) del Servizio sociale.

• L’accesso alle annotazioni/appunti dell’assistente sociale.

• L’accesso alla documentazione afferente ai cd. “incontri protetti”.

• L’accesso al “diario” dell’assistente sociale.

• L’istanza di accesso e il segreto professionale (dell’assistente sociale, del medico, dell’infermiere e dello psicologo).

• L’istanza di accesso e il segreto istruttorio.

• L’istanza di accesso alla relazione predisposta su indicazione dell’Autorità giudiziaria e ad essa inviata.

 

La tutela giurisdizionale: profili essenziali

 

Il regime delle responsabilità giuridiche.

Massimiliano Gioncada
Avvocato. Consulente legale dell’Ordine Regionale degli assistenti sociali di Liguria e Trentino Alto-Adige. Esperto ed autore di pubblicazioni in materia di Servizi Sociali e compartecipazione al costo delle rette delle unità di offerta assistenziali
150,00 €
+IVA se dovuta*
*Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
Quota OFFERTA 3X2
Piccoli Comuni (fino a 8.000 abitanti) € 95,00
Altri Clienti € 150,00

LA QUOTA COMPRENDE:
accesso alla sala lavori, materiale didattico e coffe-break  
I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.