Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

Personale ed organizzazione
FWPE200528C
Il D.M 17 marzo 2020 sulla definizione delle capacità assunzionali dei Comuni

Come applicarlo: disciplina e casistica operativa


Corso on-line a cura di Giuseppe Canossi


Registrato maggio 2020

  • On-line
  • valido per 365 giorni dall'invio delle credenziali
  • Durata 3 ore
Docente
  • Giuseppe Canossi
Info sui docenti

Evento confermato /Iscrizioni Aperte

Iscriviti subito e vai al carrello
O
Sede: On-line

Dal 20 aprile scorso è in vigore il tanto agognato Decreto sulla definizione delle capacità assunzionali dei Comuni, attuativo dell’art. 33, comma 2, del D.L. n. 34/2019.

La lunghissima incubazione istruttoria, terminata in piena pandemia e (però) tarata sui consuntivi 2018, produce un sorprendente anacronismo normativo, capace di rovesciare le finalità che avevano retto l’emanazione della norma. L’apocalittica pandemia in atto, infatti, svilirà – inesorabilmente e in radice – le capacità finanziarie dei Comuni, con un inevitabile abbattimento delle entrate e, quindi, del denominatore dei valori soglia percentuali che avrebbero dovuto restituire autonomia e respiro occupazionale alle Amministrazioni comunali, secondo i più volte dichiarati intenti di rinnovamento generazionale degli organici.

Il docente guiderà i partecipanti nell’attuazione delle norme, analizzando nel dettaglio, con il costante ausilio di slide tecnico-rappresentative dei computi, l’intero sistema applicativo delle disposizioni regolamentari, in un’ottica di esemplificazione concreta di possibili casi afferenti alle diverse fasce di merito scaturenti dalle tabelle dei “valori soglia”, in chiave programmatorio-evolutiva (pluriennale) della materia.

 

• Responsabili, e loro collaboratori, degli Uffici personale e bilancio delle Amministrazioni Comunali.

• Revisori dei conti e liberi professionisti interessati alla materia.

    • Legge, Decreto e Circolare: un complesso assetto disciplinatorio di valenza quinquennale.

    • La filosofia (tradita) della genesi del Decreto.

    • Tardività e rischi di obsolescenza precoce del Decreto: quali orizzonti?

    • La natura non sanzionatoria del Decreto, ma con sopravvivenza delle norme pregresse:

    -          tetti di spesa storici (commi 557 e ss. e 562, L. n. 296/2006);

    -          loro computo (voci escluse).

    • La tecnica del valore soglia:

    -          i computi delle voci di calcolo;

    -          spesa di personale (numeratore); un computo nuovo e a sé (quali voci? quali esclusioni?);

    -          entrate (denominatore); quali dinamiche?

    -          l’interazione con gli altri tetti di spesa (non disapplicati).

    • Fasce demografiche e valori soglia. Le Tabelle 1 e 3.

    -          il “girone” della virtù (paradiso);

    -          il “girone” del rientro (purgatorio);

    -          il “girone” intermedio (limbo).

    • Il limite della progressività pluriennale nell’incremento di spesa del personale (per le anime del paradiso): la Tabella 2.

    • Il turn over quinquennale pregresso:

    -          esistono margini di (almeno parziale) salvezza?

    -          le procedure assunzionali già attivate prima del 20 aprile 2020.

    • E le Unioni di Comuni? E gli altri Enti pubblici partecipati? Un quadro (ancora) gravemente incompleto.

     

    Giuseppe Canossi
    Esperto e consulente in materia di lavoro pubblico. Membro del Gruppo Tecnico del Comitato di Settore Regioni/Autonomie Locali. Consulente ANCI.
    139,00 €
    +IVA se dovuta*
    * Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni).
    Quota
    Piccoli Comuni (fino a 8.000 abitanti) € 99,00
    Altri Clienti € 139,00

    LA QUOTA COMPRENDE:
    La quota include: accesso al corso, materiale didattico e possibilità di rivedere la registrazione per 365 giorni.  L’accesso potrà essere effettuato tramite PC o TABLET; non occorrono né webcam né microfono    
    I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.

    MODALITA’ DI ACCESSO AL CORSO ON LINE
    Il corso on line sarà fruibile sia da pc che da dispostivi mobili (smartphone/tablet).
    Il partecipante riceverà una mail da Formazione Maggioli contenente il pulsante da cliccare per accedere all’aula virtuale.
    REQUISITI SOFTWARE
    Browser: Chrome, Firefox, Edge, Safari
    Sistema operativo: Windows 7 o superiori, MacOS 10.9 o superiori

    SERVIZIO CLIENTI E ASSISTENZA TECNICA
    Prima e durante lo svolgimento del corso on line, sarà attivo il servizio di assistenza dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.30
    Per tutte le informazioni sul corso, invio credenziali di accesso, rilascio atti del corso, ecc
    Servizio Clienti Tel: 0541 628200 formazione@maggioli.it