Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

Bilancio, contabilità e tributi
COTL190213
Le ultime novità sui tributi comunali
Dallo sblocco dei tributi agli incentivi per il personale dell’ufficio tributi
  • Bologna
  • 13 febbraio 2019
  • 9.30 - 14.00
Docenti
  • Luigi Lovecchio
  • Pasquale Mirto
Info sui docenti

Evento già svolto

O
Sede: Bologna NH Hotel de la Gare - P.zza XX Settembre, 2 - Bologna
Sito internet

Anche il 2019 esordisce in linea con il consueto caos normativo, prevedendo diverse novità in ambito tributario, non sempre di facile lettura ed applicazione.

Per i Comuni viene ripristinata la facoltà di aumento dei propri tributi, ed è confermata la maggiorazione TASI, ma solo per gli Enti che già l’applicavano.

Per la TARI è prorogata la possibilità di derogare ai limiti massimi e minimi dei KD di cui al DPR n. 158/1999.

L’intervento normativo sull’Imposta di pubblicità ridà la possibilità di aumentare l’imposta, ma in modo parziale, non essendo stata riproposta la possibilità di aumento fino al 20% delle superfici fino al metro quadrato. La possibilità di poter disporre il rimborso in forma rateale conferma, per via normativa, l’illegittimità delle maggiorazioni sulle tariffe applicate dal 2013 al 2018, anche se nessun contributo compensativo è stato previsto a favore dei Comuni.

Enigmatica appare la norma che ripristina gli incentivi per il personale dell’ufficio tributi. Si tratta di norma che farà sicuramente discutere e che, senza un intervento normativo chiarificatore, darà luogo a molteplici e variegate applicazioni pratiche.

La tanta annunciata riforma della riscossione coattiva, così come l’unificazione IMU-TASI, non hanno trovato finora concreta attuazione normativa.

 

• Responsabili dell’Ufficio tributi, e loro collaboratori, di Enti Locali.
• Soggetti preposti all’accertamento e riscossione dei tributi.
• Aziende pubbliche e private operanti nel settore ambientale.
• Consulenti in materia di fiscalità locale.

• La definizione delle liti fiscali pendenti.

• Lo sblocco della leva fiscale.

• La conferma della maggiorazione TASI.

• Le modifiche alla disciplina IMU.

• La deroga ai coefficienti di produzione dei rifiuti.

• La maggiorazione per l’Imposta di pubblicità.

• I rimborsi per l’Imposta di pubblicità.

• I nuovi compensi incentivati IMU e TARI

• Risposta a quesiti.

Luigi Lovecchio
Dottore commercialista. Componente del Comitato scientifico della Rivista Tributi locali e regionali. Autore di pubblicazioni in materia.
Pasquale Mirto
Responsabile ufficio associato del contenzioso tributario di Ente Provinciale e del servizio tributi di Unione di Comuni.
90,00 €
+IVA se dovuta*
*Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
Quota
Clienti abbonati a Rivista “Finanza e Tributi Locali” € 70,00
Altri Clienti € 90,00

LA QUOTA COMPRENDE:
- accesso all’aula lavori - coffee break- invio del materiale didattico in formato elettronico- attestato di partecipazione
I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.