Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

Pubblica Amministrazione Digitale
FWEG180611C
Data center delle pubbliche amministrazioni: quali obblighi dopo il censimento?
Corso audio video online a cura dell’Avv. Ernesto Belisario

Registrato a giugno 2018
  • On-line
  • valido per 365 giorni dall'invio delle credenziali
  • 1 ora
Docente
  • Ernesto Belisario
Info sui docenti

Evento in fase di acquisizione delle iscrizioni /Iscrizioni Aperte

Iscriviti subito e vai al carrello
O
Sede: On-line

Il 20 giugno 2018 scade il termine ultimo per partecipare alla seconda fase del censimento delle infrastrutture fisiche previsto dal Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione 2017-2019. Si tratta di uno snodo molto importante per la piena applicabilità delle previsioni contenute nella Legge di Stabilità 2016 in termini di razionalizzazione dei data center e riduzione della spesa ICT della pubblica amministrazioni.
Per essere aggiornati sull’importante scadenza e sugli adempimenti connessi segnaliamo questo videocorso condotto dal nostro esperto, l’Avv. Ernesto Belisario, intitolato Data center delle pubbliche amministrazioni: quali obblighi dopo il censimento?
Si rammenta a questo riguardo che la mancata partecipazione al censimento – se non motivata – comporterà l’automatica classificazione dell’amministrazione nella categoria “Gruppo B – con infrastrutture carenti” prevista dal Piano Triennale. Di conseguenza, le amministrazioni non potranno continuare ad utilizzare dette infrastrutture fisiche.
Durante il videocorso, saranno ricostruite le norme applicabili agli investimenti e alle procedure di gara che le amministrazioni devono porre in essere in relazione ai data center.

Ernesto Belisario
Avvocato amministrativista. Esperto di diritto delle tecnologie. Componente del tavolo permanente per l’innovazione e l’agenda digitale italiana presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Commissione degli utenti dell’informazione statistica dell’ISTAT.
55,00 €
+IVA se dovuta*
* Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni). Si applica il bollo di € 2 a carico del cliente per fatture esenti da IVA di valore superiore a €77,47.
LA QUOTA COMPRENDE:
accesso alla registrazione della videoconferenza per 365 giorni su apposita piattaforma (con possibilità di scaricare attestato di partecipazione)
I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.

Il corso è gratuito per:
- gli abbonati a PA Digitale Channel
- gli abbonati alla rivista Comuni d’Italia
- gli abbonati al servizio internet La Gazzetta degli Enti Locali