Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

FGSA190521
La retta nelle strutture assistenziali residenziali: il ruolo dell’Ente gestore e del Comune tra obblighi normativi e contratti d’ingresso
Problemi di suddivisione del costo tra Comune, Azienda Sanitaria e utenza
  • Torino
  • 21 maggio 2019
  • 9.00 - 14.00
Docente
  • Massimiliano Gioncada
Info sui docenti

Evento già svolto

O
Sede: Torino Starhotels Majestic - Corso Vittorio Emanuele II, 54 - Tel. 011 539153
Sito internet

L’ISEE è lo strumento – introdotto dal DPCM n. 159/2013 – finalizzato a valutare la condizione economica complessiva del nucleo familiare rilevante ai fini del pagamento delle prestazioni sociali agevolate (di natura socioassistenziale e sociosanitaria).

Tale strumento, tuttavia, non ha fornito un contributo significativo per migliorare il rapporto tra gli “attori” del sistema, ovvero Enti gestori, Enti erogatori, Aziende sanitarie e utenza.

Non a caso, la giurisprudenza amministrativa e ordinaria si è più volte occupata della questione, affrontando contenziosi aventi ad oggetto l’insoluto degli Enti gestori, il diniego dell’integrazione comunale, la natura della prestazione erogata e conseguente accollo della retta - integrale o parziale - al plesso sanitario o sociale.

Alcune conclusioni giurisprudenziali si sono stratificate e consolidate, ma si ha la netta sensazione di un sistema che vive un equilibrio precario, tra normativa di complicata applicazione, prassi locali spesso illegittime e giurisprudenza non sempre univoca (in attesa dell’intervento delle Corti Superiori).

Dopo una premessa generale sull’attuale quadro normativo, il corso esamina in dettaglio:

-       i rapporti tra gli attori del sistema;

-       i regolamenti degli Enti Locali;

-       i contratti adottati dagli Enti Gestori.

Ampio spazio sarà riservato all’analisi di casi e questioni segnalate dai partecipanti.

• Direttori amministrativi, dirigenti e funzionari di strutture assistenziali residenziali.

• Dirigenti, e loro collaboratori, dei Servizi Sociali di Enti Locali, Aziende sanitarie e Aziende speciali di servizi alla persona.

• Liberi professionisti interessati alla materia

Livelli essenziali e ripartizione delle competenze normative in materia di compartecipazione al costo delle prestazioni socio-sanitarie

• La competenza esclusiva statale sui livelli essenziali delle prestazioni.

 

ISEE: profili essenziali

• Il DPCM n. 159/2013 e la sua entrata in vigore.

• Il rapporto tra il DPCM n. 159/2013 e le normative regionali.

• I servizi a domanda individuale: obbligo di contribuzione ed eccezioni.

• Dall’ISEE agli ISEE: La composizione del nucleo familiare per particolari prestazioni.

• La discrezionalità degli Enti erogatori: proporzionalità e limiti costituzionali:

-       istruttoria e concertazione;

-       il progetto personalizzato ex art. 14 della Legge n. 328/2000.

• L’ISEE sociosanitario: i presupposti per la sua applicazione (requisiti oggettivi e soggettivi).

  

Prestazioni agevolate di natura sociosanitaria in ambiente residenziale a ciclo continuativo (art. 6, co. 3, del DPCM n. 159/2013)

• Il nucleo familiare allargato previsto per le prestazioni in ambiente residenziale a ciclo continuativo; l’elemento aggiuntivo (art. 6, co. 3, lett. b, del DPCM n. 159/2013):

-       eccezioni all’applicazione dell’elemento aggiuntivo (condizione di disabilità);

-       l’estraneità in termini di rapporti affettivi ed economici. Attività del servizio sociale in raccordo con le previsioni deontologiche.

 

Partecipazione al costo dei servizi, ISEE, obbligo alimentare e azioni di rivalsa nei confronti dei parenti

• ISEE e disciplina codicistica in tema di alimenti.

• L’ISEE e gli articoli 147, 337septies, 315bis e 230bis del Codice civile.

• I tentativi di fondare la rivalsa su altre obbligazioni scaturenti dalla legge: il caso degli artt. 154 e 155 del Regio Decreto n. 773/1931.

• La rivalsa per le spese di spedalità e manicomiali: la Legge 3 dicembre 1931, n. 1580 ed il suo difficile superamento.

 

Il contenzioso sul rimborso degli oneri: qualificazione delle prestazioni e identificazione del soggetto pubblico legittimato passivo

• La qualificazione della natura delle prestazioni.

• La residenza d’ingresso dell’ospite. Dall’istituto del cd. “domicilio di soccorso” alla Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali.

 

L’azione giudiziaria. Le eccezioni di giurisdizione e di incompetenza territoriale

• La domanda di pagamento/rimborso delle rette inevase: l’attuale orientamento giurisprudenziale in tema di giurisdizione.

• Alcune questioni in relazione alla competenza territoriale nel processo amministrativo e nel processo ordinario civile.

 

L’esecuzione della sentenza

• La fase dell’esecuzione (davanti al Giudice amministrativo e davanti al Giudice ordinario).

• Aspetti problematici, tra limiti di contabilità pubblica ed esigenze di giustizia.

 

Rapporti tra Ente gestore e utenza

• Dissertazioni sulla natura dei “contratti di inserimento”

• L’interruzione del rapporto: il recesso e le dimissioni dell’ospite.

Massimiliano Gioncada
Avvocato. Consulente legale dell’Ordine Regionale degli assistenti sociali di Lombardia, Liguria e Trentino Alto-Adige. Esperto ed autore di pubblicazioni in materia di Servizi Sociali e compartecipazione al costo delle rette delle unità di offerta assistenziali
240,00 €
+IVA se dovuta*
*Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
Iscrizioni entro il
06/05/2019
Iscrizioni dopo il
06/05/2019
OFFERTA 3X2
Piccoli Comuni (fino a 8.000 abitanti) € 140,00 € 140,00
Altri Clienti € 190,00 € 240,00

LA QUOTA COMPRENDE:
accesso alla sala lavori, materiale didattico e coffe-break
I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.