Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

FGTL181120
La gestione finanziaria dell’Ente locale: criticità e soluzioni

Piano di rientro del disavanzo di amministrazione.
Piano di riequilibrio finanziario pluriennale.
Dissesto

  • Bari
  • 20 Novembre 2018
  • 9.00 - 14.00
Docente
  • Francesco Cuzzola
Info sui docenti

Evento in fase di acquisizione delle iscrizioni /Iscrizioni Aperte

Iscriviti subito e vai al carrello
O
Sede: Bari Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via G. Capruzzi, 326 - Tel. 080/5427400
Sito internet
le altre tappe
  • Napoli
  • 27/11/0018
  • La perdurante crisi economica, unitamente ai vincoli di bilancio, ai limiti nel turn-over del personale, alla complessità dell’attività di riscossione delle entrate ed alla pesante riduzione dei trasferimenti da parte dello Stato, hanno acuito la già precaria situazione finanziaria di un gran numero di Comuni italiani che si trovano in difficoltà nel gestire il bilancio al fine di garantire l’erogazione dei servizi fondamentali alla propria comunità.

    Nasce quindi l’esigenza di analizzare la situazione finanziaria dell’Ente per individuare eventuali percorsi di risanamento, ovvero definire gli strumenti maggiormente idonei ad attuare nuove scelte strategiche.

    Il corso affronta le varie problematiche in materia allo scopo di rilevare e risolvere le criticità e, in prospettiva, riportare l’Ente in una situazione di equilibrio finanziario.

    • Responsabili, e loro collaboratori, degli Uffici ragioneria di Enti Locali.
    • Revisori dei conti, Segretari comunali e Amministratori.
    • Liberi professionisti interessati alla materia.

    • Introduzione generale sull’attuale situazione di crisi finanziaria degli Enti Locali.

    • Gli strumenti di recovery: una visione d’insieme.

    • Il Piano di rientro del disavanzo di amministrazione ex art. 188 del TUEL:

    -    nozione, finalità e durata del Piano;

    -    competenza e ruolo dell’Ufficio finanziario, del Consiglio comunale e dell’organo di revisione;

    -    modalità di attuazione;

    -    verifica dell’andamento del piano e relazione periodica del Sindaco.

    • Il Piano di riequilibrio finanziario pluriennale ex artt. 243 bis e ss. del TUEL:

    -    nozione, finalità e durata del Piano;

    -    competenza e ruolo dell’Ufficio finanziario, del Consiglio comunale e dell’organo di revisione;

    -    contenuto e opzioni possibili per l’Ente ai fini delle coperture necessarie;

    -    il Fondo di rotazione per assicurare la stabilità finanziaria degli Enti Locali;

    -    procedimento;

    -    ruolo della Corte dei conti;

    -    verifica dell’andamento del Piano e relazioni dell’Ufficio finanziario e dell’organo di revisione. 

    • Il dissesto ex artt. 244 e ss. del TUEL:

    -    nozione e finalità;

    -    procedimento e durata;

    -    conseguenze della dichiarazione di dissesto;

    -    l’organo straordinario di liquidazione;

    -    rilevazione e gestione della massa passiva;

    -    il bilancio stabilmente riequilibrato.

    • Gli indirizzi forniti dalla Corte dei conti e gli orientamenti giurisprudenziali.

     

    Francesco Cuzzola
    Commercialista esperto in fiscalità e contabilità degli Enti Pubblici. Autore di pubblicazioni in materia
    250,00 €
    +IVA se dovuta*
    *Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
    Iscrizioni entro il
    05/11/2018
    Iscrizioni dopo il
    05/11/2018
    OFFERTA 3X2
    Piccoli Comuni (fino a 8000 abitanti) € 150,00 € 150,00
    Clienti abbonati a www.bilancioecontabilita.it € 210,00 € 225,00
    Clienti abbonati a sistema pa - area bilancio e contabilità e tributi € 210,00 € 225,00
    Altri Clienti € 210,00 € 250,00

    LA QUOTA COMPRENDE:
    accesso alla sala lavori, materiale didattico, coffee break e accesso gratuito per 30 giorni al servizio internet Maggioli bilancioecontabilita.it.
    I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.