Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

Appalti e contratti pubblici
FGAP180605
La nuova piattaforma MePA dopo le modifiche introdotte a febbraio 2018

Aggiornate le vetrine delle iniziative e le schede riassuntive, il motore di ricerca prodotti e la visualizzazione del catalogo. Il cruscotto “utente” personalizzabile.
La gestione della RDO fino alla stipula del contratto in modalità elettronica.
Simulazioni operative

  • Salerno
  • 5 giugno 2018
  • 9.00-14.00
Docente
  • Giancarlo Sorrentino
Info sui docenti

Evento in fase di acquisizione delle iscrizioni /Iscrizioni Aperte

Iscriviti subito e vai al carrello
O
Sede: Salerno Grand Hotel Salerno - Lungomare Clemente Tafuri, 1 - Tel. 089/7041111
Sito internet
le altre tappe
  • Udine
  • 08/05/2018
  • Bari
  • 15/05/2018
  • Palermo
  • 22/05/2018
  • Genova
  • 29/05/2018
  • Pescara
  • 26/06/2018
  • La gara telematica non va considerata solamente come un obbligo imposto dalla normativa sulla spending review: essa rappresenta, infatti, un’opportunità per reingegnerizzare i processi di acquisto nell’ottica di una più ampia semplificazione dell’azione amministrativa.

    In altre parole, la gara telematica è una modalità innovativa che valorizza al meglio i principi di economicità, efficacia, trasparenza, imparzialità, pubblicità, tutela dell’ambiente, efficienza energetica previsti dal Codice dei contratti, nel rispetto degli obblighi di razionalizzazione della spesa pubblica e delle indicazioni fornite dall’ANAC.

    Una potenzialità ma anche una sfida che è stata realizzata nell’ultima release della piattaforma Acquisti in Rete PA, in linea dal 19 febbraio scorso. Un cambiamento sfidante ed impegnativo per stazioni appaltanti e operatori economici attraverso l’utilizzo di uno strumento telematico più semplice, intuitivo e funzionale.

    La prima parte del corso ricostruisce in modo organico le disposizioni sugli acquisti telematici, allo scopo di individuare gli obblighi di utilizzo di tali strumenti, suddividendoli per importo e tipologia.

    A seguire saranno analizzate le nuove funzionalità messe a disposizione dalla piattaforma MePA, per poi approfondire gli aspetti più problematici relativi agli acquisti, ovvero:

    - l’appalto delle manutenzioni;

    - la verifica della presenza di un bene o di un servizio tramite MePA;

    - le fasi delle procedure di acquisto;

    - la gestione della RDO.

    Infine sarà analizzato il rapporto tra il nuovo Codice e gli acquisti tramite MePA. In particolare:

    - la selezione dei soggetti da invitare;

    - la motivazione in merito agli affidamenti diretti;

    - la determina a contrarre;

    - la rotazione degli operatori economici;

    - i criteri di aggiudicazione.

    L’analisi sarà costantemente accompagnata da simulazioni operative svolte sulle piattaforme Consip e regionali.

    • RUP, dirigenti e funzionari addetti alle procedure di gara di stazioni appaltanti.

    • Fornitori della P.A.

    • Liberi professionisti interessati alla materia.

    •    La gestione telematica degli affidamenti di forniture, servizi e lavori pubblici tra autonomia negoziale delle singole stazioni appaltanti e l’obbligo di utilizzo degli strumenti di razionalizzazione messi a disposizione da Consip, Soggetti Aggregatori e Centrali regionali di committenza. L’individuazione delle ipotesi derogatorie e l’intervento della Corte dei conti. La disciplina dei Comuni non capoluogo di provincia. La disciplina sanzionatoria.

    •    Gli strumenti telematici di acquisto e di negoziazione a seguito della Legge di stabilità 2017 e del nuovo Codice dei contratti.

    •     La piattaforma Acquisti in Rete PA nella nuova release di febbraio 2018:
    - la vetrina delle iniziative e le schede riassuntive dei prodotti;
    - il motore di ricerca aggiornato tra “prodotti”, “codici prodotto” e “informazioni”;
    - la visualizzazione del catalogo e le aree merceologiche;
    - l’analisi delle categorie merceologiche.

    •  Le regole del sistema di E-procurement della P.A.: analisi dei capitolati d’oneri e dei capitolati tecnici aggiornati agli ultimi bandi MePA. Le condizioni particolari di gara e di contratto previste dalla stazione appaltante quale ipotesi di integrazione e/o modifica della disciplina MePA.

    • Il cruscotto “utente” personalizzabile

    •    Il sistema di qualificazione degli operatori economici: visibilità delle dichiarazioni e modalità dei controlli a campione attivati da Consip alla luce della disciplina prevista dal Decreto correttivo al Codice dei contratti pubblici.

    •    La ricerca dei prodotti, metaprodotti e righe a corpo attraverso gli strumenti messi a disposizione dalla piattaforma acquistiniretepa.

    •    La procedura click and buy e gli acquisti mediante ordine diretto (l’ODA): ambito normativo; metodi di ricerca telematica dei prodotti; obbligo del confronto concorrenziale; limiti di efficacia e criticità operative dell’acquisto a catalogo.

    •    Il nuovo strumento della “Trattativa diretta”: opzioni normative; gara a prezzi unitari o a corpo; offerta in valore assoluto o a ribasso percentuale; limiti operativi.

    •    La procedura “ordinaria” di negoziazione mediante richiesta di offerta (RDO), tra semplificazione normativa e regole informatiche:
    -     l’abilitazione degli operatori economici;
    -     i requisiti di partecipazione e l’utilizzo del DGUE (Documento di gara unico europeo). L’avvalimento e il subappalto “necessario” nelle regole approvate da Consip;
    -     il cd. “menù dei passi” e la predisposizione della scheda tecnica per la gestione automatizzata della procedura;
    -     la scelta del criterio di aggiudicazione e il sorteggio casuale del metodo di individuazione dell’anomalia nel caso del prezzo più basso; l’OEPV e la previsione della Commissione giudicatrice anche a distanza;
    -     analisi delle formule matematiche presenti in piattaforma;
    -     la scelta degli operatori da invitare e il criterio di rotazione. Il nuovo sistema di ricerca con applicazione di diversi filtri; l’avviso pubblico per l’acquisizione di manifestazioni di interesse e sorteggio casuale; RDO di tipo aperta e RDO con un solo operatore; il criterio “pre-impostato” dell’area di affari o della sede legale; l’abilitazione “multipla” in caso di partecipazione di un RTI ad una procedura multi-bando;
    -     la documentazione da richiedere ai concorrenti e il nuovo soccorso istruttorio telematico alla luce delle recenti pronunce del Giudice amministrativo. La documentazione in formato analogico e la corretta modalità di acquisizione; l’obbligo della verifica a campione infra gara; la difformità tra regole di ammissione contenute nella “scheda tecnica” di sistema ed il contenuto della lex specialis; l’offerta digitale e la dimensione massima dei file;
    -     i costi della manodopera e gli oneri aziendali concernenti l'adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Le modalità di predisposizione della RDO;
    -     la sottoscrizione digitale dei documenti alla luce del Regolamento europeo eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature); firma Pades e Cades; la funzione controfirma; l’algoritmo SHA-1 e il certificato di autenticazione;
    -     la richiesta di offerta con riga a corpo e a prezzi unitari;
    -     l’aggiudicazione e la verifica dei requisiti tramite la BDNOE (Banca dati nazionale degli operatori economici);
    -     i termini e gli obblighi di pubblicazione ai sensi dell’art.29 del Codice dei contratti e la nuova disciplina sulle comunicazioni;
    -     la seduta pubblica virtuale. Condizione di legittimità del tracking elettronico; la nuova funzione “Attiva seduta pubblica” e l’accesso agli atti della procedura.

    •     La stipula del contratto in modalità telematica e l’imposta di bollo: il bollo virtuale e il pagamento in modalità telematica. Il servizio “@ebollo”. La sottoscrizione “extra MePA”. La deroga allo stand still period.

    •     Analisi di casi giurisprudenziali.

    •     Simulazioni operative e differenze tra le piattaforme regionali: la creazione di una RDO e la successiva fase di aggiudicazione. La verbalizzazione delle operazioni di gara.

     

    Giancarlo Sorrentino
    Responsabile ufficio Appalti-Gare Telematiche di Amministrazione Provinciale. Autore di pubblicazioni in materia
    280,00 €
    +IVA se dovuta*
    *Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
    Iscrizioni entro il
    21/05/2018
    Iscrizioni dopo il
    21/05/2018
    OFFERTA 3X2
    Piccoli Comuni (fino a 8000 abitanti) € 150,00 € 150,00
    Clienti abbonati a www.appaltiecontratti.it € 240,00 € 252,00
    Altri Clienti € 240,00 € 280,00

    LA QUOTA COMPRENDE:
    accesso alla sala lavori, materiale didattico in formato elettronico, coffe-break e accesso gratuito per 30 giorni al servizio internet www.appaltiecontratti.it.
    I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.