Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

FSAP190606
La gara di appalto di forniture e servizi dopo il Decreto “Sblocca-cantieri” (D.L. n. 32/2019): svolgimento pratico di una procedura

Dalla programmazione all’affidamento: schemi di atti e simulazioni operative

  • Bari
  • 6 giugno, 7 giugno 2019
  • 1^ giornata     ore 9.00 - 13.00 e 14.00 - 16.30          2^ giornata           ore 9.00 - 14.00 
Docente
  • Alberto Ponti
Info sui docenti

Evento già svolto

O
Sede: Bari The Nicolaus Hotel , Via C. Ciasca, 9 - Tel. 080/5682111 fax. 080/5042058
Sito internet

Il corso esamina il procedimento di acquisizione di beni e servizi: dalla programmazione all’affidamento, focalizzando l’attenzione sugli aspetti che incidono profondamente anche sull’esecuzione del contratto.

Dopo aver analizzato la fase della programmazione, saranno approfondite le procedure di gara e - in particolare - la documentazione e le certificazioni che le stazioni appaltanti e le ditte partecipanti hanno l’obbligo di redigere in base al nuovo Codice dei contratti e all’obbligo delle procedure telematiche.

Contestualmente, si esaminerà il concetto di progetto di fornitura e servizi, inteso quale strumento fondamentale a disposizione delle aziende per comprendere le reali esigenze dell’Amministrazione.

Inoltre, saranno oggetto di analisi:

-    i rapporti con l’ANAC;

-    le verifiche da effettuarsi nella fase che precede l’aggiudicazione;

-    i criteri di aggiudicazione, l’anomalia dell’offerta e relativo procedimento di verifica.

Infine, si terrà conto di tutti gli aspetti che influiscono nella stesura degli atti di gara, del capitolato speciale di appalto e del contratto, al fine di evitare problemi nella procedura di affidamento e, soprattutto, nella successiva fase esecutiva.

Al termine del corso è prevista la simulazione di una procedura di gara (con il criterio del prezzo più basso e, alternativamente, con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa): dalla verifica della documentazione ai casi di esclusione; dal calcolo e verifica dell’anomalia delle offerte alla redazione dei verbali.

Evento accreditato dal Consiglio Nazionale Forense: 5 CFP

• RUP, dirigenti e funzionari addetti alle procedure di gara di stazioni appaltanti.
• Fornitori e prestatori di servizi della P.A.
• Liberi professionisti interessati alla materia

Prima giornata


La programmazione dell’attività contrattuale

• Obblighi e facoltà.

• I documenti da redigere.

• Gli organi competenti all’approvazione.

• La possibilità di acquistare al di fuori del programma.

• La programmazione degli acquisti informatici e di connettività.

• La programmazione sopra i 40.000 €.

• La programmazione di importo superiore a 1 milione di €.


La progettazione della prestazione

• I livelli di progettazione; i contenuti del progetto e le eventuali attività di verifica.

• La determinazione della base di gara e del quadro economico.

• Il costo del personale:

-    quando è necessario indicarlo;

-    i riferimenti per la sua corretta quantificazione;

-    l’applicazione delle tabelle ministeriali;

-    l’applicazione del CCNL leader nella zona e nel settore di riferimento;

-    la verifica del costo del personale prima della aggiudicazione;

-    le modalità di verifica.

• Le clausole sociali negli appalti di importo inferiore e superiore alla soglia comunitaria.

• L’importanza strategica del progetto in relazione alla procedura di gara.

 

Il responsabile unico del procedimento quale attore di tutto il procedimento

• Nomina.

• Requisiti e compiti.

• Responsabilità.

• Le Linee guida ANAC n. 3.

• Le attività di supporto.

• La problematica degli incentivi economici.

 

Le procedure di gara a livello nazionale e comunitario

• Il ricorso a Consip, al MePA o alle centrali di committenza dopo la manovra sulla spending review e gli ultimi interventi normativi. L’innalzamento della soglia dei micro-acquisti da 1.000 a 5.000 € (Legge di bilancio 2019).

• Possibilità e divieti di svolgere autonome procedure di gara: riflessi organizzativi e gestionali per le stazioni appaltanti; il ricorso alle centrali di committenza, ai soggetti aggregatori e relativi vantaggi e svantaggi.

• Le procedure aperte, ristrette, competitiva con negoziazione e negoziate; il partenariato per l’innovazione; gli accordi quadro; il dialogo competitivo; le aste elettroniche; il marketplace; i sistemi dinamici di acquisizione, i cataloghi elettronici, le centrali di committenza.

• La procedura sottosoglia:

-    principi applicabili;

-    scelta degli operatori;

-    termini;

-    forme di pubblicità;

-    documenti da redigere;

-    possibilità di utilizzare le piattaforme dei soggetti aggregatori.

• Le indicazioni fornite dall’ANAC con le Linee guida n. 4; la regolamentazione a livello di singolo Ente.

• Le fasi di gara e i termini di sospensione nella stipula del contratto.

• Pubblicità: forme e termini.

 

La documentazione che la stazione appaltante ha l’obbligo di redigere per le diverse metodologie di gara, anche in caso di ricorso alle centrali di committenza

• La relazione-stima: come si determina l’importo a base di gara; la sua importanza ai fini della successiva verifica di anomalia; differenza con il quadro economico.

• Il bando di gara e/o la lettera di invito: analisi dei contenuti indispensabili; le indicazioni fornite dall’ANAC.

• Il capitolato descrittivo e prestazionale o il foglio patti e condizioni: come redigerli in base alla tipologia di prestazione da acquisire.

• Il documento unico di valutazione dei rischi da interferenze (DUVRI):

-    definizione di interferenza;

-    casi in cui è necessaria la redazione;

-    casi di esclusione;

-    contenuti;

-    calcolo degli oneri derivanti da interferenza. 

• Gli avvisi per la pubblicità: forme e termini di pubblicazione.

• L’avviso di post-informazione.

• La comunicazione ai non aggiudicatari.

• Il contratto:

-    forme;

-    modalità di sottoscrizione;

-    allegati obbligatori;

-    peculiarità e accorgimenti.

 

La documentazione che il concorrente deve produrre in sede di gara

• Il Documento di gara unico europeo (DGUE), l’istanza di partecipazione alla gara e la dichiarazione di ordine generale integrative del DGUE; le indicazioni fornite dall’ANAC con le Linee guida n. 6.

• La “tassa” all’ANAC: il codice CIG e gli importi. Casistiche particolari.

• I documenti attestanti le capacità economiche, finanziarie e tecnico-professionali.

• I documenti e i certificati attestanti il possesso dei requisiti di ordine generale; le cause di esclusione dopo il cd. Decreto Semplificazione; il nuovo soccorso istruttorio.

• La certificazione sul rispetto della normativa per il diritto al lavoro dei disabili (Legge n. 68/1999).

• L’iscrizione agli Albi professionali.

• Le certificazioni da produrre in caso di avvalimento dei requisiti ed il contenuto del contratto di avvalimento.

• Le proposte di modifica al DUVRI.

• La partecipazione delle ATI e dei Consorzi e la documentazione da produrre.

• La questione relativa alle dichiarazioni omesse, incomplete e irregolari: casi di esclusione dalla gara e di sanatoria.

• Il procedimento di esclusione di un operatore economico: atti da adottare e comunicazioni.

 

L’autocertificazione e i controlli in sede di gara dopo la cd. decertificazione (art. 15 della Legge n. 183/2011)

• La possibilità di autocertificare.

• I controlli sulle autocertificazioni:

-    principi;

-    moduli organizzativi;

-    conseguenze e sanzioni;

-    le verifiche a campione;

-    le sanzioni per false dichiarazioni (DPR n. 445/2000).

 

Il Documento unico di regolarità contributiva on line (DOL)

• Validità.

• Fasi della richiesta.

• L’intervento sostitutivo della stazione appaltante in caso di irregolarità.

• Il documento per i subappaltatori.

 

La proposta di aggiudicazione, l’aggiudicazione e la sua efficacia, i termini per la firma del contratto

• La proposta di aggiudicazione.

• La verifica del costo del personale antecedente alla proposta di aggiudicazione.

• La redazione del verbale di gara.

• I controlli sulla documentazione.

• L’aggiudicazione con eventuale rettifica del verbale di gara.

• Le comunicazioni alle ditte partecipanti e a quelle escluse: forme, modalità e tempi.

• L’aggiudicazione efficace, i termini per la firma del contratto e relative implicazioni.

• L’accesso agli atti di gara:

-    ammissioni;

-    esclusioni;

-    procedimento;

-    rapporto con la Legge n. 241/1990;

-    accorgimenti da adottare in sede di gara per prevenire possibili problemi.

  

I criteri di aggiudicazione e la valutazione dell’anomalia dell’offerta

• Il criterio del prezzo più basso: valutazioni di opportunità e casistica.

• Il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa: valutazioni di opportunità e metodologie di attribuzione dei punteggi; le indicazioni fornite dall’ANAC con le Linee guida n. 2.

• La nomina della commissione di gara:

-    modalità;

-    scelta dei componenti;

-    tempi di svolgimento;

-    procedura;

-    le indicazioni fornite dall’ANAC con le Linee guida n. 5.

• La metodologia per l’individuazione dell’offerta anomala nel caso di offerta al prezzo più basso e nel caso di offerta     economicamente più vantaggiosa.

• L’anomalia rispetto alla prestazione richiesta.

• I criteri di verifica dell’offerta anomala e relativo procedimento: analisi delle criticità ed esempio pratico di svolgimento del contraddittorio con la ditta.

• I casi di esclusione automatica.

• La competenza a svolgere il procedimento di verifica dell’anomalia: gli orientamenti del Consiglio di Stato e le indicazioni dell’ANAC.

 

La documentazione relativa ai subappalti

• Differenza tra sub-contratto e sub-appalto; i diversi regimi applicabili.

• Gli adempimenti dell’appaltatore e della stazione appaltante.

• I termini per autorizzare il subappalto.

• I documenti necessari.

• Il pagamento dei subappaltatori: modalità e tempistica.

• Il regime sanzionatorio per i subappalti illeciti dopo il cd. Decreto Sicurezza.

 

I rapporti con l’Autorità Nazionale Anticorruzione

• La richiesta del codice CIG.

• Il pagamento della cd. tassa sulle gare.

• Esame degli ulteriori adempimenti obbligatori (invio di documentazione, ecc.).

• Le comunicazioni e le verifiche: la Banca dati nazionale dei contratti pubblici ed il sistema AVCPass.

 

Seconda giornata

 

Simulazione di una procedura di gara

• La costituzione del seggio di gara o della commissione.

• L’apertura delle operazioni di gara: le fasi preliminari e l’ammissione dei rappresentanti delle ditte.

• La verifica della documentazione amministrativa, le ammissioni definitive e la verbalizzazione.

• La verifica della documentazione tecnica.

• L’esame dell’offerta economica:

-    il calcolo e le modalità di verifica dell’anomalia,

-    il contraddittorio con l’impresa,

-    le esclusioni e la verbalizzazione.

• Le comunicazioni da effettuare.

• Le differenze procedurali della gara con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa:

-    la valutazione del progetto;

-    l’attribuzione dei punteggi;

-    il calcolo e la verifica dell’anomalia.

• Le procedure aperte e le procedure negoziate: peculiarità.

Alberto Ponti
Avvocato amministrativista. Esperto ed autore di pubblicazioni in materia di Diritto degli Enti Locali e contrattualistica pubblica.
800,00 €
+IVA se dovuta*
*Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
Iscrizioni entro il
22/05/2019
Iscrizioni dopo il
22/05/2019
OFFERTA 3X2
Piccoli Comuni (fino a 8.000 abitanti) € 400,00 € 400,00
Clienti abbonati a www.appaltiecontratti.it € 700,00 € 720,00
Clienti abbonati a sistema pa - area appalti contratti e servizi pubblici € 700,00 € 720,00
Clienti abbonati a Rivista "Appalti & Contratti" € 700,00 € 720,00
Clienti abbonati a Rivista "Trimestrale degli Appalti" € 700,00 € 720,00
Altri Clienti € 700,00 € 800,00

LA QUOTA COMPRENDE:
accesso alla sala lavori, materiale didattico, accesso gratuito per 30 giorni al servizio internet “www.appaltiecontratti.it e colazione di lavoro per la prima giornata.
I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.