Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

FGAP190606
I criteri di aggiudicazione e l’anomalia
Disciplina, giurisprudenza e casistica operativa
  • Milano
  • 6 giugno 2019
  • 9.00 - 13.00 e 14.00 - 17.00
Docente
  • Mauro Mammana
Info sui docenti

Evento in fase di acquisizione delle iscrizioni /Iscrizioni Aperte

Iscriviti subito e vai al carrello
O
Sede: Milano NH Hotel Machiavelli - Via Lazzaretto, 5 - Milano
Sito internet
le altre tappe
  • Roma
  • 10/05/2019
  • Nel nuovo Codice l’offerta economicamente più vantaggiosa è il criterio principale per l’affidamento di pubblici appalti.

    Per applicare correttamente questa modalità di scelta del contraente è necessario selezionare - in modo oculato - i criteri qualitativi, stante la previsione che destina almeno il 70% del punteggio complessivo a tali criteri.

    Altrettanto importante è la verifica di anomalia dell’offerta: è questo, infatti, l’unico momento in cui la stazione appaltante può approfondire l’effettiva sostenibilità e serietà dell’offerta presentata, anche alla luce di eventuali clausole speciali (es., clausola sociale, condizioni di esecuzione, ecc.).

    Il corso esamina le corrette modalità di articolazione di una griglia di criteri qualitativi, sottocriteri, criteri motivazionali e relativi punteggi e sottopunteggi, nonché le tipologie di tali criteri (vincolati, discrezionali, on/off, valutativi, ecc.) e relativi metodi di calcolo del punteggio (aggregativo compensatore; assoluto; coefficienti discrezionali o confronto a coppie; ecc.).

    A seguire l’analisi si concentrerà sull’individuazione delle offerte anomale (anomalia “obbligatoria” o “facoltativa”; anomalia o congruità dell’offerta; ecc.) e sulle modalità operative tramite cui individuare gli indizi di anomalia dell’offerta, soprattutto in relazione al costo della manodopera (costi “medi” e costi “minimi” della manodopera; clausola sociale; ecc.).

    Evento accreditato dal Consiglio Nazionale Forense: 3 CFP

    • RUP, dirigenti e funzionari addetti alle procedure di gara di stazioni appaltanti.

    • Fornitori della P.A.

    • Liberi professionisti interessati alla materia

    • I criteri di aggiudicazione dopo il Decreto correttivo.
    • Il prezzo più basso: i problemi aperti.
    • Il rapporto qualità-prezzo: i criteri di valutazione; la ponderazione e la trasparenza dell’iter motivazionale; il RUP e la Commissione; le metodologie; i problemi aperti.
    • Le Linee guida ANAC n. 2: criticità.
    • Scelta dei criteri e attribuzione dei punteggi; obbligo o facoltà di individuare sub criteri e attribuire sottopunteggi?
    • L’attribuzione dei punteggi: criteri vincolati e criteri discrezionali. Criteri particolari (ad esempio di natura soggettiva, certificazioni, ecc.): ammissibilità e limiti.
    • Le formule dell’offerta economicamente più vantaggiosa.
    • I criteri di calcolo del punteggio: in particolare, il confronto a coppie.
    • I costi del ciclo di vita: i problemi aperti.
    • La verifica del costo della manodopera dopo il Decreto correttivo e la verifica di congruità.
    • L’anomalia, fra esclusione automatica e procedimento di verifica in contraddittorio con l’operatore economico; l’obbligo di indicare i costi aziendali della sicurezza; i problemi aperti.
    • Il calcolo della soglia di anomalia e la procedura.
    • Casi giurisprudenziali di offerte anomale: in particolare, sull’ammissibilità di giustificazioni in ordine al costo della manodopera, all’utile e alle spese generali.
    • L’anomalia dell’offerta negli appalti sottosoglia.
    • Il principio di invarianza della soglia:

     

    Mauro Mammana
    Avvocato amministrativista. Esperto e pubblicista in materia di contrattualistica pubblica
    460,00 €
    +IVA se dovuta*
    *Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
    Iscrizioni entro il
    22/05/2019
    Iscrizioni dopo il
    22/05/2019
    OFFERTA 3X2
    Piccoli Comuni (fino a 8.000 abitanti) € 200,00 € 200,00
    Clienti abbonati a www.appaltiecontratti.it € 400,00 € 414,00
    Clienti abbonati a Rivista "Appalti & Contratti" € 400,00 € 414,00
    Clienti abbonati a Rivista "Trimestrale degli Appalti" € 400,00 € 414,00
    Altri Clienti € 400,00 € 460,00

    LA QUOTA COMPRENDE:
    accesso alla sala lavori, materiale didattico, coffe-break e accesso gratuito per 30 giorni al servizio internet “www.appaltiecontratti.it
    I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.