Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

Bilancio, contabilità e tributi
FWTL190510C
Gli indicatori di bilancio e gestionali nell’era digitale

Le novità introdotte su tempi di pagamento e parametri di virtuosità con il D.L. n. 135/2018 e con la legge di bilancio del 2019

Registrato maggio 2019

  • On-line
  • valido per 365 giorni dall'invio delle credenziali
  • Durata 2 ore
Docente
  • Paola Morigi
Info sui docenti

Evento in fase di acquisizione delle iscrizioni /Iscrizioni Aperte

Iscriviti subito e vai al carrello
O
Sede: On-line

Il processo di armonizzazione contabile avviato negli Enti locali con l’applicazione del D.Lgs. n. 118/2011 e successive modificazioni, ha portato a definire, a livello nazionale, una “batteria di indicatori” di varia natura (di bilancio, gestionali, di attività, di risultato, di produttività) che sono diventati un punto di riferimento sia per l’esercizio del controllo gestionale interno (dal momento che l’ente  può confrontarsi con sé stesso osservando come cambiano gli indicatori nel corso del tempo), sia per il controllo esterno esercitato dai servizi ispettivi della Ragioneria Generale dello Stato e/o dalla Corte dei conti.

Va anche considerato che nell’era digitale nella quale si opera, i confronti sono divenuti più facili per tutti e la Sezione “Amministrazione trasparente” del sito dell’ente, consente anche al giornalismo d’inchiesta di effettuare facili comparazioni.

Più recentemente il D.L. n. 135/2018 e la legge di bilancio del 2019 (L. n. 145/2018) nel richiamo ai tempi di pagamento alle imprese e alla concessione di contributi finalizzati alla realizzazione di investimenti sulle opere pubbliche, ha fatto riferimento a parametri di virtuosità che presuppongono un controllo gestionale e verifiche continue sui procedimenti di realizzazione degli interventi. Gli indicatori diventano pertanto indispensabili al fine di ottenere una sorta di monitoraggio continuo.

Nasce quindi la necessità di approfondire il tema, acquisendo dimestichezza con strumenti che risultano estremamente utili per effettuare comparazioni e gestire con più oculatezza i servizi pubblici locali.


• Responsabili dei servizi economico-finanziari e dei servizi preposti alla gestione delle risorse umane, e loro collaboratori, di Enti Locali.

• Responsabili dei servizi preposti al controllo di gestione e/o alla rilevazione della performance, e loro collaboratori, di Enti locali.

• Responsabili di servizi pubblici locali, e loro collaboratori, di Enti locali o di loro società partecipate

• Revisori di Enti locali.

Gli indicatori e i possibili utilizzatori di questi strumenti

  • Definizione di indicatori
  • A chi servono gli indicatori (soggetti esterni e soggetti interni)
  • Le normative per il controllo esterno (costi standard e armonizzazione contabile)
  • Il Piano degli indicatori e dei risultati attesi di bilancio
  • Le normative per il controllo gestionale interno
  • I parametri di virtuosità richiamati dalla L. n. 145/2018

 

La performance e  i contenuti del D.Lgs. n. 74/2017

  • Le modificazioni apportate al “Decreto Brunetta”
  • Performance organizzativa e individuale
  • La multidimensionalità della performance organizzativa
  • Il ricorso ad indicatori per valutare la performance

 

Alcune tipologie di indicatori

  • Indicatori di bilancio
  • Indicatori relativi alle risorse umane
  • Indicatori per la gestione del patrimonio
  • Indicatori di deficitarietà strutturale
  • Indicatori di efficienza e di efficacia
  • Indicatori sui tempi di pagamento
  • Indicatori per le società strumentali
  • Indicatori di impatto
  • Indicatori per le pari opportunità
Paola Morigi
Dottore commercialista e revisore contabile. Autore di pubblicazioni in materia
65,00 €
+IVA se dovuta*
* Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni). Si applica il bollo di € 2 a carico del cliente per fatture esenti da IVA di valore superiore a €77,47.
LA QUOTA COMPRENDE:
l’accesso al corso (durata 2 ore) + slides del docente + la possibilità di rivedere la registrazione per 365 giorni.
I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.