Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

Appalti e contratti pubblici
FGAP200406
Appalti e cooperative sociali - evento sospeso

Convenzioni, appalti riservati, procedure


evento sospeso - nuova data in corso di definizione


  • Milano
  • 6 aprile 2020
  • 9.00 - 13.00 e 14.00 - 16.30
Docente
  • Alessandro Massari
Info sui docenti

Evento già svolto

O
Sede: Milano NH Hotel Machiavelli - Via Lazzaretto, 5 - Milano
Sito internet

Il corso approfondisce le molteplici e possibili relazioni amministrativo-negoziali tra Enti aggiudicatori e cooperative sociali di tipo “B” o loro consorzi per il reinserimento di soggetti svantaggiati, e relative procedure.

Le Direttive UE e il nuovo Codice dei contratti pubblici hanno ulteriormente valorizzato gli aspetti sociali nel sistema degli appalti e si sono significativamente ampliate, rispetto al favor della Legge n. 381/1991, le possibilità di riservare appalti alle cooperative sociali di tipo “B” e loro consorzi.

Saranno quindi esaminati:

-       il quadro normativo di riferimento;

-       la disciplina delle “convenzioni in deroga”;

-       gli appalti riservati;

-       la clausola di inserimento di soggetti svantaggiati negli appalti ordinari;

-       le procedure di affidamento.

Inoltre, si terrà conto delle norme regionali emanate in materia, di interesse per i partecipanti al corso.

E’ stato richiesto l’accreditamento al Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali

E’ stato richiesto l’accreditamento per avvocati: alla data odierna la domanda è in fase di valutazione presso il Consiglio Nazionale Forense

• RUP, dirigenti e funzionari addetti alle procedure di gara di stazioni appaltanti.

• Cooperative sociali di tipo B.

• Liberi professionisti interessati alla materia.

Il quadro normativo di riferimento comunitario, nazionale e regionale e il favor per le cooperative sociali di tipo “B”,

i laboratori protetti e i soggetti che operano per il reinserimento dei soggetti svantaggiati

• Il diritto dell’Unione europea e gli aspetti sociali negli appalti pubblici in una logica di sviluppo sostenibile.

• Il Codice dei contratti pubblici e le nuove opportunità concesse a cooperative sociali e stazioni appaltanti per il reinserimento di soggetti svantaggiati.

• La Legge n. 381/1991.

• La normativa regionale attuativa.

• Le Linee guida ANAC.

 

La convenzione in deroga di cui all’art. 5 della Legge n. 381/1991

• Presupposti applicativi.

• Gli Albi regionali e il divieto di discriminazione territoriale.

• Limiti e vincoli ordinamentali:

-    importo;

-    oggetto;

-    finalità della convenzione.

• Le procedure di affidamento idonee a garantire i “principi di trasparenza, efficienza e non discriminazione”.

• L’affidamento diretto: ambito e modalità.

• Il principio di rotazione e le sue deroghe.

• Rinnovo e proroga della convenzione.

• I criteri di aggiudicazione per l’affidamento delle convenzioni.

• Le Linee guida ANAC e la giurisprudenza.

• Le norme regionali in materia.

 

Gli appalti riservati e l’art. 112 del Codice

• Ambito soggettivo e oggettivo di applicazione degli appalti riservati.

• I soggetti che possono beneficiare della riserva (cooperative sociali di tipo “B”, consorzi di cooperative, laboratori protetti, ecc.).

• L’oggetto dell’appalto riservato; le concessioni.

• Le procedure di aggiudicazione.

• Il bando di gara degli appalti riservati: requisiti, criteri di aggiudicazione, ecc.

• Le Linee guida ANAC e la giurisprudenza.

 

La clausola di reinserimento di soggetti svantaggiati negli appalti ordinari

• Le clausole sociali nel diritto comunitario, nel Codice e nella giurisprudenza.

• La clausola sociale e l’obbligo di esecuzione dell’appalto con l’impiego di soggetti svantaggiati: ambito e modalità applicative.

 

Casistica giurisprudenziale e risposta ai quesiti

Alessandro Massari
Avvocato amministrativista. Direttore della Rivista “Appalti&Contratti” e Condirettore della Rivista “Public Utilities”. Autore di pubblicazioni in materia di contrattualistica pubblica.
240,00 €
+IVA se dovuta*
* Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni). Si applica il bollo di € 2 a carico del cliente per fatture esenti da IVA di valore superiore a €77,47.
Iscrizioni entro il
22/03/2020
Iscrizioni dopo il
22/03/2020
OFFERTA 3X2
Piccoli Comuni (fino a 8.000 abitanti) € 140,00 € 140,00
Clienti abbonati a www.appaltiecontratti.it € 200,00 € 216,00
Clienti abbonati a www.formularioappalti.it € 200,00 € 216,00
Clienti abbonati a sistema pa - area appalti contratti e servizi pubblici € 200,00 € 216,00
Clienti abbonati a Rivista "Appalti & Contratti" € 200,00 € 216,00
Clienti abbonati a Rivista "Trimestrale degli Appalti" € 200,00 € 216,00
Altri Clienti € 200,00 € 240,00

LA QUOTA COMPRENDE:
Accesso alla sala lavori, materiale didattico e accesso gratuito per 30 giorni al servizio internet “www.appaltiecontratti.it. 
I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.

La formazione in materia di appalti e contratti pubblici, se prevista dal Piano triennale per la prevenzione della corruzione del singolo Ente, non è soggetta al tetto di spesa definito dall’art. 6, comma 13, del D.L. n. 78/2010. Si tratta infatti di formazione obbligatoria prevista dalla Legge n. 190/2012 (cfr. Corte dei conti: sez. reg.le di controllo Emilia Romagna n. 276/2013; sez. reg.le di controllo Liguria n. 75/2013; sez. reg.le di controllo Lombardia n. 116