Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

Amministrazione
FWEG200323C
L’organizzazione della P.A. digitale: la pianificazione del RTD

Norme, scadenze e lezioni imparate nel corso dell'emergenza Covid-19


Corso on-line  a cura dell' Avv. Ernesto Belisario


registrato marzo 2020

  • On-line
  • valido per 365 giorni dall'invio delle credenziali
  • 1 ora
Docente
  • Ernesto Belisario
Info sui docenti

Evento in fase di acquisizione delle iscrizioni /Iscrizioni Aperte

Iscriviti subito e vai al carrello
O
Sede: On-line

Nel corso delle ultime settimane – a causa dell’emergenza legata al COVID-19 (cd. Coronavirus) - le Amministrazioni sono state costrette ad accelerare i processi di digitalizzazione del back-end (incentivando lo smart working) e dei servizi resi all’utenza.

In molti casi sono venuti al pettine i nodi legati alla mancata attuazione delle norme (come il Codice dell’amministrazione digitale) e delle indicazioni contenute nei documenti strategici in materia di innovazione (come il Piano triennale per l’informatica nella P.A.).

Il corso on line– di taglio operativo – evidenzia i contenuti della pianificazione che il responsabile per la transizione digitale deve porre in essere per portare avanti i processi di riorganizzazione necessari alla realizzazione di un’Amministrazione digitale efficiente e adeguata alle esigenze della collettività.

 

 

    • - Il Codice dell’amministrazione digitale e il Piano triennale per l’informatica nella P.A.

    • - L’emergenza Coronavirus ed il ruolo del responsabile per la transizione al digitale. In particolare la pianificazione delle attività: contenuti e tempistiche.

     

    Ernesto Belisario
    Avvocato cassazionista, è specializzato in Diritto Amministrativo e Scienza dell’Amministrazione presso l’Università Federico II di Napoli e si occupa di diritto delle tecnologie. Assiste imprese e Pubbliche Amministrazioni in questioni relative al diritto delle tecnologie (digitalizzazione e dematerializzazione, open government, open data, privacy, startup)
    55,00 €
    +IVA se dovuta*
    * Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni). Si applica il bollo di € 2 a carico del cliente per fatture esenti da IVA di valore superiore a €77,47.
    LA QUOTA COMPRENDE:
    Possibilità di rivedere la registrazione per 365 giorni
    I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.