Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

Appalti e contratti pubblici
FWAP200609C
I nuovi affidamenti diretti sopra i 40.000 euro introdotti dal Decreto sblocca-cantieri

Art. 36, co. 2, lettera b, del Codice: disciplina e casistica operativa


Corso on-line a cura di Alessandro Massari


Registrato giugno 2020

  • On-line
  • valido per 365 giorni dall'invio delle credenziali
  • Durata 2 ore
Docente
  • Alessandro Massari
Info sui docenti

Evento in fase di acquisizione delle iscrizioni /Iscrizioni Aperte

Iscriviti subito e vai al carrello
O
Sede: On-line

Dopo una sintesi delle novità introdotte dal D.L. n. 18/2020 e relativa Legge di conversione n. 27/2020 (cd. “Cura Italia”), il corso illustra le nuove procedure di affidamento diretto introdotte dalla Legge n. 55/2019 (di conversione del Decreto “sblocca-cantieri”), sia con riguardo ai lavori di importo da 40.000 a infra 150.000 euro (previa “valutazione” di tre preventivi), sia per servizi e forniture di importo da 40.000 euro al sotto-soglia comunitario (previa “valutazione” di almeno cinque operatori economici).

In particolare saranno evidenziate le questioni più avvertite nella gestione operativa di tali procedure e le soluzioni preferibili sulla corretta declinazione dei principi generali negli affidamenti diretti.

Inoltre si analizzerà lo schema di una lettera di invito / RdO aggiornata.

 

• RUP, dirigenti e funzionari addetti alle procedure di gara di stazioni appaltanti.

• Fornitori della P.A.

• Liberi professionisti interessati alla materia.

• Sintesi delle novità introdotte dalla Legge di conversione del Decreto Cura Italia (L. n. 27/2020)

• Le procedure in deroga.

• L’anticipazione del prezzo.

• Gli effetti sui contratti in esecuzione.

 

L’affidamento diretto di lavori di importo da 40.000 a infra 150.000 euro

• La richiesta e la valutazione di tre preventivi: l’acquisizione dei preventivi mediante PEC e il principio di segretezza.

• “Consultazione” di almeno tre operatori economici o “Valutazione” di almeno tre preventivi.

• “Preventivo” vs. “Offerta”: tra nomen iuris e sostanza giuridica.

• La disciplina contenuta nella bozza del nuovo Regolamento attutivo.

• La procedura di affidamento diretto: aspetti operativi.

• La determina a contrarre unica semplificata.

• La garanzia provvisoria e quella definitiva vanno sempre richieste?

• La questione del migliore “preventivo” anomalo e la disciplina applicabile.

 

L’affidamento diretto di servizi e forniture di importo da 40.000 a infra soglia comunitaria

• I servizi e le forniture di importo da 40.000 a infra soglia comunitaria, tra “affidamento diretto” e “procedura negoziata”.

• La “valutazione di almeno cinque operatori economici”: le indagini di mercato e gli elenchi aperti; il principio di rotazione degli inviti.

• L’invito a presentare l’offerta; obbligo di cauzione provvisoria? Indicazione dei costi della manodopera e della sicurezza?

• Le criticità dell’affidamento diretto in caso di obbligo di ricorso al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa

• La valutazione delle offerte anomale.

• Le semplificazioni previste dalla bozza del nuovo Regolamento attuativo.

 

La procedura di affidamento tra Linee guida ANAC e recente giurisprudenza

• Il numero minimo dei soggetti da invitare: quando è necessaria l’integrazione e come si attua?

• Il numero massimo dei soggetti da invitare e la riduzione mediante sorteggio o altri criteri. Il rapporto con la rotazione.

• La scelta degli operatori da invitare: i principi generali e la disciplina prevista dal nuovo Regolamento attuativo.

• Gli elenchi aperti: modalità di costituzione e aggiornamento.

• L’indagine di mercato: la pubblicazione dell’avviso sul profilo di committente e le altre misure per garantire trasparenza e concorrenza.

• La lettera di invito: il contenuto minimo e le necessarie integrazioni.

• La commissione giudicatrice per le procedure sotto-soglia nel nuovo Regolamento attuativo.

• La verifica di congruità dell’offerta.

• La verifica dei requisiti.

• L’applicazione della procedura sulle piattaforme elettroniche (MePA, sistemi telematici di negoziazione).

• La stipula del contratto.

 

Esame di uno schema di lettera di invito o RdO aggiornati

Alessandro Massari
Avvocato amministrativista. Direttore della Rivista “Appalti&Contratti” e Condirettore della Rivista “Public Utilities”. Autore di pubblicazioni in materia di contrattualistica pubblica.
119,00 €
+IVA se dovuta*
* Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni). Si applica il bollo di € 2 a carico del cliente per fatture esenti da IVA di valore superiore a €77,47.
Quota
Piccoli Comuni (fino a 8.000 abitanti) € 89,00
Clienti abbonati a www.appaltiecontratti.it € 99,00
Clienti abbonati a www.formularioappalti.it € 99,00
Clienti abbonati a Rivista "Appalti & Contratti" € 99,00
Clienti abbonati a Rivista "Trimestrale degli Appalti" € 99,00
Altri Clienti € 119,00

LA QUOTA COMPRENDE:
L'accesso al corso, materiale didattico e possibilità di rivedere la registrazione per 365 giorni. L’accesso potrà essere effettuato tramite PC o TABLET; non occorrono né webcam né microfono  

I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.

MODALITA’ DI ACCESSO AL CORSO ON LINE

Il corso on line sarà fruibile sia da pc che da dispostivi mobili (smartphone/tablet).

Il partecipante riceverà una mail da Formazione Maggioli contenente il pulsante da cliccare per accedere all’aula virtuale.

REQUISITI SOFTWARE

Browser: Chrome, Firefox, Edge, Safari

Sistema operativo: Windows 7 o superiori, MacOS 10.9 o superiori

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Prima e durante lo svolgimento del corso on line, sarà attivo dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.30 il servizio di assistenza.

Tel.: 0541 628490

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE