Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

Appalti e contratti pubblici
FGAP180627
L’affidamento dei servizi legali e notarili
Il nuovo Codice dei contratti pubblici, l’interpretazione di ANAC e del Consiglio Nazionale Forense
  • Roma
  • 27 giugno 2018
  • ore 09.00 - 14.00
Docente
  • Roberta Bertolani
Info sui docenti

Evento già svolto

O
Sede: Roma Best Western Hotel Universo, Via Principe Amedeo, 5/B - Tel. 06/476811 - Fax. 06/4745125
Sito internet

Il nuovo Codice dei contratti pone delicati problemi interpretativi sulla corretta classificazione degli affidamenti relativi agli incarichi di assistenza legale in giudizio e ai servizi legali. L’ANAC, nelle Linee guida in materia sottoposte al parere del Consiglio di Stato, ha interpretato le nuove disposizioni nel senso di attrarre l’affidamento dei servizi legali nell’ambito del Codice dei contratti, prospettando il progressivo superamento delle possibilità di affidamento cd. fiduciario e l’erosione dell’ambito di applicazione del Testo Unico sul pubblico impiego (D.Lgs n. 165/2001) in tema di consulenze. 
Diverso è l’avviso del Consiglio Nazionale Forense, in ragione del notevole impatto delle Linee guida ANAC sulle professioni.
Sulla base di tali premesse, il corso illustra le modalità di affidamento delle seguenti prestazioni:
assistenza legale in giudizio;
assistenza legale stragiudiziale;
redazione di pareri;
- consulenze;
attività connesse alla redazione degli strumenti urbanistici;
attività di certificazione ed autenticazione dei notai.

Particolare attenzione sarà dedicata agli affidamenti diretti, al principio di rotazione e alla liquidazione delle parcelle (e conseguenti adempimenti).

Evento accreditato dal Consiglio Nazionale Forense : 3 CFP
- RUP, dirigenti e funzionari addetti alle procedure di gara di stazioni appaltanti. - Liberi professionisti interessati alla materia.

L’attrazione dei servizi legali nel nuovo Codice dei contratti pubblici: le Linee guida dell’ANAC
- La definizione di appalto, operatore economico e servizi legali nell’ordinamento comunitario.
- La posizione dell’ANAC sull’affidamento dei servizi legali.
- La natura giuridica delle Linee guida dell’ANAC sui servizi legali (vincolanti, non vincolanti o altro).
- La classificazione dei servizi legali in base all’oggetto e in base al soggetto che li svolge:
  - servizi legali di cui all’art. 17 del Codice;
  - servizi legali di cui all’allegato IX del Codice.
- Il superamento degli affidamenti fiduciari e della Deliberazione AVCP n. 4/2011 in tema di assistenza legale in giudizio.
- L’erosione dell’ambito di applicazione del Testo Unico del pubblico impiego (D.Lgs n. 165/2001) in tema di consulenze.
- Gli effetti sulle comunicazioni ad ANAC e sulla tracciabilità dei flussi finanziari.
- La posizione critica degli avvocati amministrativisti.

Il parere del Consiglio Nazionale Forense
- Le ragioni dell’intervento del Consiglio Nazionale Forense.
- L’approccio seguito nella redazione del parere.
- La ricostruzione del quadro normativo nazionale e comunitario di riferimento.
- La natura giuridica della prestazione dell’avvocato.
- Le conclusioni in merito all’affidamento dell’assistenza legale giudiziale, dell’assistenza collegata e degli altri servizi legali che sono connessi, anche occasionalmente, all’esercizio dei poteri pubblici.
- Le conseguenze, anche operative, derivanti dal parere del Consiglio Nazionale Forense: il progressivo ritorno verso gli affidamenti fiduciari.
- I futuri sviluppi nell’interpretazione delle disposizioni del Codice dei contratti. 

L’affidamento dell’assistenza legale giudiziale, di quella collegata e delle altre prestazioni di cui all’art. 17 del Codice dei contratti
- Le prestazioni di cui all’art. 17 del D.Lgs. n. 50/2016.
- L’intuitu personae, il Codice dei contratti e l’art. 97 della Costituzione.
- Le scelte preliminari del committente pubblico, alla luce delle impostazioni dell’ANAC e del CNF.

La procedura di affidamento dei servizi legali e notarili di cui all’art. 17 del Codice dei contratti
- I principi e le regole pratiche conseguenti che regolano l’affidamento dell’appalto
- Il principio di economicità e la necessità di determinare il valore stimato della procedura.
- I criteri per la determinazione del valore stimato della procedura: i parametri del Decreto Ministeriale n. 55/2014 e gli altri criteri indicati dall’ANAC.
- Le previsioni del Decreto Ministeriale n. 55/2014: come si costruisce il compenso di un avvocato.
- L’impegno di spesa e l’obbligo dei professionisti di predisporre un preventivo scritto (Legge annuale per il mercato e la concorrenza 2017).
- I requisiti morali di partecipazione.
- I requisiti speciali di partecipazione.
- Il criterio della scelta del professionista, la valutazione del curriculum professionale e delle precedenti esperienze specifiche.
- Gli affidamenti in via di urgenza.
- Pubblicità e trasparenza in tema di servizi legali.
- L'iter concreto della procedura di scelta.
- L’atto di affidamento.
- Il disciplinare di incarico/contratto. 

I servizi prestati dai notai
- Le previsioni dell’art. 17 del D.Lgs n. 50/2016.
- I servizi di certificazione e autenticazione dei documenti.

Il RUP dei servizi legali
- I soggetti coinvolti: RUP, dirigente, autorizzazione alla lite.

L’affidamento dei servizi legali svolti dagli avvocati e dagli altri professionisti
- Gli altri servizi legali di cui all’allegato IX del D.Lgs n. 50/2016.
- I pareri e gli atti di assistenza legale stragiudiziale, non propedeutica al contenzioso.
- I servizi legali che sono connessi, anche occasionalmente, all’esercizio di pubblici poteri (ad esempio la redazione dei documenti degli atti di pianificazione urbanistica).

L’affidamento dei servizi legali dell’allegato IX al Codice dei contratti
- Gli affidamenti di importo inferiore a € 40.000 oltre IVA.
- Gli affidamenti di importo inferiore ad € 750.000 oltre IVA.
- Le previsioni di cui all’art. 36 del D.Lgs n. 50/2016.
- Le Linee guida ANAC n. 4/2016.
- La richiesta dei preventivi.
- La qualificazione degli “operatori economici”: requisiti morali e speciali di partecipazione.
- Il criterio di aggiudicazione secondo il miglior rapporto prezzo/qualità.
- Le indicazioni dell’ANAC circa i criteri di selezione delle offerte; criteri e sub-criteri, pesi e sub-pesi.
- Il contenuto della determina a contrarre e/o di affidamento.
- La selezione e la motivazione della scelta del professionista.
- L'iter concreto della procedura di scelta.

L’affidamento dei servizi legali tramite elenchi
- Le caratteristiche degli elenchi.
- I requisiti per l’iscrizione agli elenchi: i criteri di rotazione e il divieto di requisiti lesivi della concorrenza.
- La costruzione di un elenco di avvocati e le forme di pubblicità della procedura.
- La suddivisione per materia e per valore.
- L’iscrizione all’elenco.
- La verifica dei requisiti in fase di iscrizione e/o di affidamento dell’incarico.

Il criterio di rotazione e le sue eccezioni
- Il criterio di rotazione come espressione del principio di libera concorrenza.
- La definizione di rotazione per l’ANAC (Linee guida n. 4 aggiornate e Determinazioni AVCP n. 2 e n. 8 del 2011).
- Le regole per l’applicazione rigorosa della rotazione: l’esclusione del gestore uscente.
- La definizione di gestore uscente in caso di servizi legali.
- La giurisprudenza sulla rotazione.
- I criteri della rotazione: il criterio temporale; il criterio quantitativo; il sorteggio.
- Le possibili previsioni del regolamento interno.
- La rotazione in caso di elenco di fornitori.
- La rotazione per ufficio o per stazione appaltante.
- Le motivazioni della deroga al principio di rotazione: ripetizione di servizi analoghi, connessione, varianti e modificazioni in fase di esecuzione. 

Il disciplinare di incarico
- Il contenuto del disciplinare di incarico (contratto).
- Lo schema tipo di disciplinare di incarico.
- Tempi e modi del pagamento delle prestazioni.
- La tracciabilità dei flussi finanziari.

Le conseguenze in caso di violazione delle procedure di affidamento dei servizi legali

Gli adempimenti in tema di trasparenza ed anticorruzione
- Le pubblicazioni connesse all’affidamento di un servizio legale
- La gestione delle dichiarazioni e delle ipotesi di conflitto di interesse.

La liquidazione del compenso all’avvocato
- La posizione della Corte dei conti sugli adempimenti propedeutici al pagamento della parcella dell’avvocato.
- La parcella superiore alle spese liquidate in giudizio.
- La parcella superiore all’impegno di spesa.
- Le circostanze sopravvenute che giustificano maggiori oneri.
- Gli adempimenti in tema di tracciabilità dei flussi finanziari.
- La verifica della regolarità contributiva e presso la Cassa Forense degli avvocati.

Roberta Bertolani
Avvocato amministrativista. Esperto ed autore di pubblicazioni in materia di contrattualistica pubblica.
280,00 €
+IVA se dovuta*
*Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
Iscrizioni entro il
12/06/2018
Iscrizioni dopo il
12/06/2018
OFFERTA 3X2
Piccoli Comuni (fino a 8000 abitanti) € 150,00 € 150,00
Clienti abbonati a www.appaltiecontratti.it € 240,00 € 252,00
Clienti abbonati a Rivista "Appalti & Contratti" € 240,00 € 252,00
Clienti abbonati a Rivista "Trimestrale degli Appalti" € 240,00 € 252,00
Altri Clienti € 240,00 € 280,00

LA QUOTA COMPRENDE:
accesso alla sala lavori, materiale didattico, coffe-break e accesso gratuito per 30 giorni al servizio internet www.appaltiecontratti.it.
I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE