Registrati  

Articoli aggiunti di recente ×

Non hai articoli nel carrello.

Appalti e contratti pubblici
FCAP221129
Le gare telematiche sottosoglia: livello avanzato

Il processo di digitalizzazione alla luce del DPCM n. 148/2021 e del Bando tipo ANAC n. 1/2021.


Guida operativa per il RUP sull’intera procedura di affidamento.


Focus operativo sulla nuova Piattaforma MePA 2022

  • Cagliari
  • Martedì 29 novembre 2022
  • 9.00 - 13.00 e 14.00 - 16.00
Docente
  • Giancarlo Sorrentino
Info sui docenti

Evento in fase di acquisizione delle iscrizioni /Iscrizioni Aperte

Iscriviti subito e vai al carrello
O
Sede: Cagliari Caesar’s Hotel - Via Darwin 2/4 - tel. 070 340750
Sito internet

La gara telematica è lo strumento più efficace per garantire semplificazione e rapidità dei processi di acquisto.

Il corso, di livello avanzato, è una vera e propria guida al RUP per la gestione dell’intera procedura.

Ampio spazio sarà riservato alla risposta ai quesiti e allo svolgimento di simulazioni operative svolte sulla nuova piattaforma Consip.

Il materiale didattico del corso includerà i formulari predisposti dal docente per gli affidamenti sottosoglia (con il criterio del minor prezzo e dell’offerta economicamente più vantaggiosa).

 

Il corso si svolgerà nel pieno rispetto delle misure sanitarie previste dalla normativa emergenziale

 E’ stato richiesto l’accreditamento per Avvocati: alla data odierna la domanda è in fase di valutazione presso l’Ordine degli Avvocati di Cagliari

• RUP, dirigenti e funzionari addetti alle procedure di gara di stazioni appaltanti.

• Fornitori della P.A.

• Liberi professionisti interessati alla materia.

La gestione della gara telematica dopo le novità introdotte dai Decreti “Semplificazione” 2020 e 2021 e la responsabilità del RUP, con particolare riferimento agli affidamenti sottosoglia

• La nuova disciplina derogatoria degli acquisti sottosoglia e le specifiche disposizioni per gli affidamenti finanziati con Fondi PNRR e PNC.

• Il rispetto dei vincoli della spending review e l’obbligo degli strumenti telematici di acquisto e di negoziazione messi a disposizione dalle centrali di committenza e dai soggetti aggregatori.

• L’applicabilità delle Linee guida ANAC e del regolamento interno della stazione appaltante.

• La possibilità di ricorrere alle procedure ordinarie.

• I termini di conclusione degli affidamenti (l’adozione del provvedimento di aggiudicazione con o senza efficacia?) e la responsabilità del RUP e del dirigente.

 

Il processo di digitalizzazione nel D.M. n. 148/2021

• Analisi del testo normativo coordinato con il nuovo Bando tipo ANAC n. 1/2021.

• Oggetto e ambito di applicazione.

• Entrata in vigore delle nuove disposizioni.

• L’accesso digitale al sistema tramite SPID.

• Le comunicazioni con gli operatori economici e l’obbligo di utilizzo della PEC.

• La tracciabilità e il cd. tracking elettronico.

• L’accesso agli atti di gara.

• Sicurezza informatica e disaster recovery.

• I pagamenti telematici.

 

La gestione delle procedure telematiche di gara

• La predisposizione dei provvedimenti e degli atti di gara: il fascicolo di gara.

• La partecipazione alla procedura di gara: vincoli di sistema.

• La Commissione giudicatrice.

• Le fasi di gara:

-       l’apertura e la verifica della documentazione amministrativa;

-       il soccorso istruttorio telematico;

-       l’adozione del provvedimento di ammissione / esclusione;

-       l’apertura e la valutazione delle offerte tecniche;

-       formule matematiche, sbarramento e riparametrazione;

-       l’apertura e la valutazione delle offerte economiche;

-       la verifica delle offerte anomale e l’ipotesi di esclusione automatica delle offerte;

-       l’aggiudicazione.

 

La Piattaforma MePA dopo la release 2022

• Inquadramento generale delle procedure di acquisto dopo la Legge n. 120/2020.

• Il sistema degli acquisti sottosoglia e i vincoli della spending review.

• La Piattaforma Acquistinretepa e il modulo “Gare”.

• Il servizio di supporto online “wiki”.

• I bandi di abilitazione e le categorie merceologiche.

 

L’acquisto da catalogo

• Ambito di applicazione.

• La consultazione dei cataloghi.

• Gli adempimenti amministrativi propedeutici all’invio dell’ordine.

 

La trattativa diretta

• Negoziazione mono fornitore e mono categoria.

• Modalità di caricamento semplificata e la richiesta di documentazione aggiuntiva.

• I controlli sull’aggiudicatario.

• La stipula contrattuale.

 

Il confronto tra preventivi

• Strumento di negoziazione tra semplificazione e ambito ridotto di applicazione.

• La formulazione dell’offerta economica: percentuale di ribasso e valore economico.

• La scelta degli operatori economici: la creazione di una lista di fornitori.

• Analisi dell’attività di gara: dalla graduatoria provvisoria alla fase di aggiudicazione.

• La stipula contrattuale.

 

La richiesta di offerta “semplice” e “evoluta”

• Le quattro tipologie di RdO: confronto operativo.

• La gestione degli affidamenti pluri-categoria.

• La scelta del criterio di aggiudicazione nel rispetto dei vincoli codicistici.

• La creazione di una RdO a più lotti.

• La possibilità di gestire un accordo quadro tramite RdO.

• La flessibilità della scheda di lotto:

-       formule matematiche;

-       celle calcolate;

-       regole di valutazione.

• La predisposizione delle buste virtuali: la documentazione da consultare, da richiedere e da restituire.

• La partecipazione di concorrenti plurisoggettivi.

• La Commissione giudicatrice: nomina e funzioni di sistema.

• L’indicazione dei profili post lancio procedura:

-       gestione chiarimenti;

-       busta amministrativa;

-       aggiudicazione;

-       esame delle offerte.

• Il ruolo di:

-       punto istruttore;

-       punto ordinante;

-       responsabile del procedimento di piattaforma (RdP);

-       presidente di commissione;

-       membro di commissione e altro.

• Il cruscotto e la funzione “Ruoli ricoperti su Gare”.

• La stipula del contratto mediante la generazione di un facsimile di sistema.

• La disciplina sull’assolvimento dell’imposta di bollo.

• Analisi della recente giurisprudenza amministrativa e dei provvedimenti ANAC in materia di appalti telematici.

 

Simulazioni operative sul MePA (lato stazione appaltante e lato operatore economico)

• Trattativa diretta.

• Confronto preventivi

• RdO “semplice”

• RdO “evoluta”:

-       prezzo più basso e OEPV;

-       valore in euro / ribasso percentuale;

-       gara mono lotto e con più lotti;

-       RDO aperta e ad invito.

Giancarlo Sorrentino
Esperto in e-procurement. Coautore del canale tematico “MePA e gli altri strumenti di e-procurement” della rivista internet Appalti&Contratti. Autore di pubblicazioni in materia. Funzionario Ufficio appalti di Amministrazione Provinciale - Soggetto aggregatore
460,00 €
+IVA se dovuta*
* Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni).
Iscrizioni entro il
14/11/2022
Iscrizioni dopo il
14/11/2022
Piccoli Comuni (fino a 8.000 abitanti) € 200,00 € 200,00
Clienti abbonati a www.appaltiecontratti.it € 400,00 € 400,00
Clienti abbonati a www.formularioappalti.it € 400,00 € 400,00
Clienti abbonati a sistema pa - area appalti contratti e servizi pubblici € 400,00 € 400,00
Clienti abbonati a Rivista "Appalti & Contratti" € 400,00 € 400,00
Clienti abbonati a Rivista "Trimestrale degli Appalti" € 400,00 € 400,00
Altri Clienti € 400,00 € 460,00

LA QUOTA COMPRENDE:
Accesso alla sala lavori, materiale didattico, coffee-break, colazione di lavoro e accesso gratuito per 30 giorni al servizio internet “www.appaltiecontratti.it.
I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi. Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG. Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.

La formazione in materia di appalti e contratti pubblici, se prevista dal Piano triennale per la prevenzione della corruzione del singolo Ente, non è soggetta al tetto di spesa definito dall’art. 6, comma 13, del D.L. n. 78/2010. Si tratta infatti di formazione obbligatoria prevista dalla Legge n. 190/2012 (cfr. Corte dei conti: sez. reg.le di controllo Emilia Romagna n. 276/2013; sez. reg.le di controllo Liguria n. 75/2013; sez. reg.le di controllo Lombardia n. 116/2011)