Pubblica Amministrazione

Professionisti e aziende


Programma

AreaAppalti e contratti pubblici
IniziativaCorso
TITOLOIl criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa:
disciplina e simulazioni operative
Crediti formativiE’ stato richiesto l’accreditamento per avvocati:
alla data odierna la domanda è ancora in fase di valutazione presso il Consiglio Nazionale Forense
Sede, dataBolzano, 24 novembre 2017
PremessaIl corso, di taglio operativo, esamina la disciplina dell’offerta economicamente più vantaggiosa dopo il nuovo Codice dei contratti e le Linee guida ANAC n. 2 e n. 5 del 2016.
Ampio spazio sarà riservato all’illustrazione di casi pratici e alla risposta ai quesiti.
Destinatari• RUP, dirigenti e funzionari addetti alle procedure di gara di stazioni appaltanti.
• Fornitori della P.A.
• Liberi professionisti interessati alla materia.
ProgrammaI criteri di aggiudicazione: inquadramento normativo
• La normativa comunitaria e nazionale.
• Le Linee guida ANAC n. 2/2016 sull’offerta economicamente più vantaggiosa.
• Le Linee guida ANAC n. 5/2016 sui criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici.

Il ciclo dell’appalto e delle concessioni e l’applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa
• La scelta tra il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa ed il prezzo più basso nel nuovo Codice dei contratti.
• Il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa: principi generali.
• Il progetto e la scelta degli elementi di valutazione e dei parametri di ponderazione, pertinenti alla natura, all'oggetto e alle caratteristiche del contratto.
• L’oggettività dei criteri di valutazione individuati, quali gli aspetti qualitativi, ambientali o sociali, connessi all'oggetto e alle caratteristiche del contratto.
• Il riparto del peso attribuito agli elementi qualitativi e a quelli quantitativi: la posizione della giurisprudenza in ordine alla prevalenza degli aspetti qualitativi.
• L'elemento relativo al costo quale prezzo o costo fisso e la gara solo in base a criteri qualitativi.
• L’obbligo dei concorrenti/candidati di indicare nell’offerta economica i propri costi aziendali concernenti l'adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.
• Il ruolo del RUP, del progettista e del verificatore.
• Le simulazioni da eseguire in fase di impostazione della gara.
• L’impostazione formale e sostanziale della gara ed i relativi atti: i passaggi salienti e le irregolarità più frequenti.
• La previsione della soglia di sbarramento.
• Le riparametrazioni dei punteggi e dei sub-punteggi per gli elementi qualitativi in sede di valutazione delle offerte tecniche.
• L’obbligo di indicare, negli atti di gara, la facoltà di non procedere all'aggiudicazione se nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all'oggetto del contratto.
• L’applicazione dei criteri premiali in relazione al maggior rating di legalità dell'offerente, nonché per agevolare la partecipazione delle micro, piccole e medie imprese, dei giovani professionisti e delle imprese di nuova costituzione.
• L’eventuale indicazione del maggior punteggio relativo all'offerta di beni, servizi o lavori che presentano un minore impatto sulla salute e sull'ambiente.
• La disciplina delle varianti e delle modifiche migliorative nella gara.
• Criticità operative ed esempi: dal capitolato allo svolgimento della gara nel caso di lavori, servizi e forniture.

I metodi di calcolo del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa
• Analisi del multi-criterio: principi.
• I metodi dell’analisi multi-criterio: aggregativo/compensatore ed ELECTRE AHP, WSM, WPM, TOPSIS.
• La scelta del metodo di valutazione degli elementi qualitativi nel metodo aggregativo-compensatore (confronto a coppie, metodo dell’autovettore principale della matrice dei confronti a coppie, coefficienti discrezionali) e obbligo di motivazione nella giurisprudenza.
• La valutazione degli elementi quantitativi: le formule matematiche corrette in relazione alle recenti pronunce giurisprudenziali.

La commissione di gara
• Tipologia e modalità di nomina della commissione di aggiudicazione.
• La modalità di scelta, la composizione della commissione ed il soggetto competente alla nomina.
• La facoltà di nomina dei componenti al di fuori dell’Albo istituito presso l'ANAC.
• I requisiti, le incompatibilità, le esclusioni e l’applicazione dell'art. 35-bis del D.Lgs. n. 165/2001, dell'art. 51 del Codice di procedura civile, nonché dell'art. 42 del nuovo Codice dei contratti.
• Organo collegiale perfetto; le sottocommissioni.
• La procedura di gara: sedute pubbliche e riservate.
• I lavori della commissione a distanza con procedure telematiche che salvaguardino la riservatezza delle comunicazioni.
• La valutazione a maggioranza.
• Le attività delegabili.
• La verbalizzazione.
• Il compenso dei commissari esterni.
• Limiti nell’interpretazione del bando e natura giuridica delle valutazioni da parte della commissione.
• Le commissioni nelle procedure di aggiudicazione di contratti di appalto o concessioni effettuate dagli Enti aggiudicatori che non siano Amministrazioni aggiudicatrici quando svolgono una delle attività previste dagli articoli da 115 a 121.

I concorsi di progettazione e di idee
• Le peculiarità dei contenuti delle proposte ideative o dei progetti di fattibilità tecnica ed economica.
• La gestione dell’anonimato in sede di bando.
• Le peculiarità della commissione giudicatrice ed i limiti di applicabilità dell’art. 77 del nuovo Codice dei contratti.
• I lavori della commissione e le verbalizzazioni.
• Gli obblighi di motivazione.

La verifica di congruità dell’offerta
• La normativa di riferimento.
• L’anomalia nelle gare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa: la riprova del corretto dimensionamento dei pesi.
• Il procedimento.
• Il ruolo del RUP e della commissione di gara.
• Il giudizio di anomalia: analisi della giurisprudenza in materia.

La gestione dell’accesso agli atti
• La normativa di riferimento.
• Il procedimento alla luce delle recenti innovazioni.

Le controversie
• La sindacabilità delle valutazioni della commissione giudicatrice.
• I provvedimenti in autotutela e la rinnovazione della gara.
DocenteAccursio Pippo Oliveri
Ingegnere. Autore di pubblicazioni in materia di appalti pubblici e sicurezza.
Orari di svolgimentoore 9.00-13.00 e 14.00-16.00
Quota di partecipazioneEuro 450,00
Euro 390,00 (per iscrizioni entro 09/11/2017) + IVA se dovuta
Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell'art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
La quota comprende:accesso alla sala, materiale didattico, accesso gratuito per 30 giorni al servizio internet Maggioli appaltiecontratti.it, colazione di lavoro
Sconti e promozioniPer le Amministrazioni comunali con popolazione inferiore a 8000 abitanti: € 190 (esente iva)
Agevolazione non cumulabile con lo sconto 10% per abbonati 2017 a "appaltiecontratti.it"


Offerta esclusiva 3x2 - Promozione sempre valida
Per partecipanti provenienti da uno stesso Ente/Azienda è prevista la possibilità di una iscrizione gratuita ogni due iscrizioni paganti.


Sconto del 10% per gli abbonati 2017 alla rivista internet “appaltiecontratti.it”.
Promozione applicabile esclusivamente sulla quota di € 450.
Promozione non cumulabile con la quota per Comuni con popolazione inferiore a 8000 abitanti.
Sede di svolgimentoFour Points Sheraton - Via Bruno Buozzi, 35 – Tel. 0471 1950000
Sito Internet | Hotels convenzionati
 I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi.
Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG.
Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.
La formazione in materia di appalti e contratti pubblici, se prevista dal Piano triennale per la prevenzione della corruzione del singolo Ente, non è soggetta al tetto di spesa definito dall’art. 6, comma 13, del D.L. n. 78/2010. Si tratta infatti di formazione obbligatoria prevista dalla Legge n. 190/2012 (cfr. Corte dei conti: sez. reg.le di controllo Emilia Romagna n. 276/2013; sez. reg.le di controllo Liguria n. 75/2013; sez. reg.le di controllo Lombardia n. 116/2011)
Iscriviti on-line a: Il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa:
disciplina e simulazioni operative   Stampa il PDF e pre-iscriviti via fax